Sorteggio Euro 2016: Italia in seconda fascia, ecco i possibili incroci

Pubblicato il autore: studioaperto24
UEFA General Secretary Gianni Infantino shows a ticket with Kazakstan soccer club Shakhter Karagandy during the draw of the play-offs games of UEFA Champions League 2013/14 at the UEFA headquarters in Nyon, Switzerland, Friday, Aug. 9, 2013. (AP Photo/Keystone, Laurent Gillieron)

I sorteggi di Euro 2016, che si terranno il 12 dicembre.

SORTEGGI EURO 2016 – La sconfitta contro il Belgio e il pareggio contro la Romania non hanno di certo aiutato la nazionale di Antonio Conte a migliorare il ranking, che rappresentava il vero obiettivo degli azzurri nel week end. 
Per questo motivo la posizione nel ranking Uefa del nostro paese non è migliorata e adesso il sorteggio in programma il 12 dicembre potrebbe rivelarsi davvero insidioso e i fantasmi di un girone di ferro, potrebbero materializzarsi, come avvenne nel caso dei mondiali brasiliani. Il percorso degli azzurri sarà dunque tutt’altro che agevole, con possibili combinazioni con avversarie di tutto rispetto. 

Ad attenuare le paure bisogna però ricordare il fatto che le possibilità di accedere al turno successivo sono parecchie anche per la formula adottata nel torneo.  Verranno stilati 6 gironi composti da quattro squadre, e a qualificarsi saranno le prime due di ogni gruppo e le quattro migliori terze, che costituiranno le 16 squadre che daranno vita agli ottavi di finale. 
Nel novero delle 24 squadre di Euro 2016 che costituiranno i gironi, ci sono, in pratica, tutte le formazioni dalla grande tradizione, esclusa l’Olanda, che non è riuscita a qualificarsi, dopo un avvio deludente nel girone che non ha consentito agli orange di risalire la china. 
Gli incroci pericolosi per gli azzurri sono infiniti, con la possibilità di abbinarsi a formazioni dalla grande tradizione come la Francia, padrona di casa, la Germania campione del mondo, e i campioni in carica della Spagna. 
Insidie possono giungere anche dalle squadre di terza fascia con formazioni come la Romania (che abbiamo già avuto modo di conoscere in amichevole) e la Polonia di Lewandowsky, avversarie da prendere con le molle, mentre in quarta fascia occhio alla sempre temibile Turchia, alla positiva Irlanda, e alla sorprendente Islanda, autrice di un girone di qualificazione di assoluto rispetto. 
Le squadre di Euro 2016 che non possiamo pescare sono quelle inserite nella nostra fascia di competenza, e cioè la Russia, la Svizzera, l’Austria, la Croazia e l’Ucraina. Il rischio è quello che la nazionale, per ottenere la qualificazione, debba fronteggiare un girone con la Francia o la Germania, la Polonia e la Turchia, un raggruppamento che metterebbe seriamente a rischio le possibilità degli azzurri di potere accedere agli ottavi di finale.
E’ inutile dire che le ultime due amichevoli con formazioni di tutto rispetto come il Belgio e la Romania, hanno messo in mostra le lacune della formazione di Antonio Conte. Lacune che soprattutto nel settore difensivo, un tempo il reparto migliore della scuola italiana, hanno destato molta preoccupazione. Il tandem Barzagli-Bonucci, anche per l’età non più verde del primo, non garantisce più la solidità di un tempo, nè nella Juventus nè nella nazionale di Conte. Solo Eder, in questo momento, costituisce davvero una certezza in fase offensiva, mentre l’assenza di Pirlo ha spento la luce nel gioco azzurro.
Ecco le quattro fasce dei sorteggi di Euro 2016 del 12 dicembre.
Urna 1: Spagna (campione in carica), Germania, Inghilterra, Portogallo, Belgio. (Francia direttamente nel gruppoo A, non partecipa al sorteggio)
Urna 2: Italia, Russia, Svizzera, Austria, Croazia, Ucraina
Urna 3: Repubblica Ceca, Svezia, Polonia, Romania, Slovacchia, Ungheria.
Urna 4: Turchia, Irlanda, Islanda, Galles, Albania, Irlanda del Nord
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Lecce: trovato l’accordo con Bove, ma la Roma prenota un centrocampista
Tags: