Verso Juve-Milan, tra i bianconeri a rischio Buffon, Mandzukic e Lichtsteiner, assente Caceres

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista Segui

Verso Juve-Milan, tra i bianconeri a rischio Buffon, Mandzukic e Lichtsteiner, assente Caceres
Verso Juve-Milan, tra i bianconeri a rischio Buffon, Mandzukic e Lichtsteiner, assente Caceres.
Juventus e Milan si avvicinano a piccoli passi alla partita che le vedrà affrontarsi sabato alle 20.45 allo Juventus Stadium. Un attesa vissuta in sordina a causa della sosta delle nazionali e alla situazione di classifica che non ne fa propriamente uno scontro diretto al vertice, piuttosto tra chi quel treno di vertice non vuole perderlo. La gara ha tutto il sapore della sfida da dentro o fuori, soprattutto per la Juventus che oltre a giocare in casa si trova in ritardo di due punti anche dal Milan sesto in classifica. Per questo le possibili assenze tra i bianconeri a rischio Buffon, Mandzukic e Lichsteiner, assente Caceres, preoccupano e non poco l’ambiente bianconero, già consapevole delle assenze preventivate di Pereyra ed Asamoah.

Partendo dalla difesa, Buffon e Lichtsteiner hanno accusato problemi al flessore della coscia destra. Mentre lo svizzero ha già rassicurato tutti circa la lieve entità dell’infortunio, conferma ne è che la sua sostituzione nell’amichevole disputata dalla Svizzera sarebbe stata effettuata esclusivamente a scopo precauzionale, al contrario per Buffon la questione è ben più seria. Ad oggi è più no che sì per la sua presenza in campo, dunque seriamente a rischio Buffon, pronto Neto. Lichtsteiner, invece, dovrebbe stringere i denti ed essere in campo regolarmente sulla fascia destra, già priva di Caceres, protagonista finora di un’altra stagione tormentata da infortuni e sfortuna. Ormai gioca solo in Nazionale, dove puntualmente si fa male, e considerati gli episodi che lo hanno visto protagonista negativamente lontano dal campo è verosimile aspettarsi una sua cessione a gennaio, anche in prestito per liberarsi di parte dell’ingaggio.

A centrocampo dovrebbero essere in campo i tre titolari, ovvero Khedira, Marchisio e Pogba. Il primo non ha giocato ieri sera con la Germania a causa della decisione di rimandare la partita a fini di sicurezza, aspetto fondamentale per un giocatore con la sua struttura muscolare e che quindi sarà sicuramente in campo dal 1′. La notizia più lieta portata dalla pausa internazionale è legata a Marchisio, che si è ripreso la Nazionale aspettando di fare altrettanto in bianconero. Un gol, un assist, belle giocate e tanta sostanza nelle due partite dell’Italia contro Belgio e Romania, giocate da autentico leader. Nel ruolo di interno, però, non quello di regista, dove sarà schierato sabato da Allegri. Indubbia poi la presenza di Pogba, chiamato a dare qualità in mezzo al campo.

In attacco la situazione è ben più intricata rispetto alla linea mediana. Se Cuadrado può dirsi sicuro di partire dal 1′ dato che è rimasto a lavorare in modo mirato a Vinovo a causa della squalifica, è a rischio Mandzukic, che ha rimediato una distorsione alla caviglia con la Croazia. Nel 4-3-3 sembra altamente probabile anche la presenza di Morata sulla sinistra, posizione che non ama ma che per ora giocoforza deve ricoprire nell’assetto al momento più congeniale per il vestito tattico della Vecchia Signora. Dybala tornerà soltanto domani assieme all’altro assente Caceres, questo potrebbe giocare a suo sfavore come al ritorno dall’ultima sosta dedicata alle Nazionali, ma da quel momento qualcosa è cambiato. Anche più di qualcosa, sotto il profilo delle gerarchie e dal punto di vista della considerazione e della fiducia che Allegri ripone in lui. Molto dipenderà dalle condizioni fisiche di Mandzukic, per i quali domani verranno effettuati dei controlli strumentali a stabilirne i tempi per il completo recupero.

  •   
  •  
  •  
  •