Zambrotta: “Credo che il Milan possa puntare al terzo posto”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

Italy's Gianluca Zambrotta meets the media ahead of Saturday's international soccer match against the Netherlands, in Rome, Wednesday, Nov. 11, 2009. (AP Photo/Pier Paolo Cito)

Al rientro dalle Nazionali ci sarà un dei big match del nostro campionato che vedrà opposte Juventus e Milan. Un ex di entrambe le squadre è sicuramente Gianluca Zambrotta, che si è concesso in una intervista rilasciata al quotidiano torinese Tuttosport, dove parla di Milan e dei singoli. Sul Milan: “Il pareggio con l’Atalanta ha testimoniato il fatto che c’è ancora molto da lavorare, ma il Milan nelle ultime cinque partite ha trovato una certa continuità di risultati. La pausa consentirà a Mihajlovic di recuperare alcuni giocatori e di migliorare la condizione fisica. Al Milan serviva trovare fiducia, che le vittorie gli hanno dato, e un sistema di gioco che ha dato certezze ai giocatori”. Mihajlovic? Giudizio più che positivo: “Mi piace molto. E’ un allenatore di personalità, che non ha problemi a dire le cose in faccia. E’ una persona trasparente e sincera. Ha trovato un modulo giusto per i giocatori che ha a disposizione. La squadra pian piano sta trovando brillantezza. Credo che il Milan possa puntare al terzo posto. E’ un campionato livellato e può stare nel gruppo con Fiorentina e Inter per giocarsi l’accesso alla prossima Champions League”.

Leggi anche:  Mondiali, dove vedere Brasile-Corea del Sud streaming GRATIS e diretta TV

Un pensiero sui due giovani Donnarumma e Calabria: Donnarumma Calabria, giovani di qualità: “Fare delle scommesse così in un momento particolare non è facile. Ma Sinisa ha sempre detto che non guarda la carta d’identità e le scelte fatte gli stanno dando ragione. Donnarumma, poi, sta dimostrando di avere grandi doti, sia dal punto di vista tecnico, sia sotto l’aspetto della personalità. Calabria è un giovane molto interessante. Può e deve crescere ancora”. Un cenno a Juventus-Milan, big match del prossimo turno: “I bianconeri devono recuperare punti, i rossoneri, nonostante tutto, sono in serie positiva e se la giocheranno. Lo Stadium potrebbe essere un fattore. Bisognerà anche tenere in considerazione il numero di giocatori che partiranno per le nazionali, che potrebbe sfavorire l’una o l’altra squadra. Giocando in casa e con l’obiettivo della rimonta scudetto, credo che la Juve abbia qualcosa in più da perdere in caso di mancata vittoria”. E Alex Sandro: “E’ un giocatore molto tecnico, crossa bene e in fase offensiva spinge molto. Probabilmente la sua valutazione estiva ha creato grandi aspettative, ma io l’ho visto bene. Gli va dato il tempo di adattarsi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: