Zenit, la squadra che non ti aspetti

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo Segui

ZenitE’ l’unica a squadra a punteggio pieno della Champions League. Sembra strano ma non è nè il Barcellona, campione in carica, nè le più blasonate Real Madrid o Bayern Monaco. E’ lo Zenit San Pietroburgo dello special two Villas-Boas, che sta riuscendo nel dare credenziali, anche ad un livello europeo importante, ad una squadra che ha sempre faticato molto. Nonostante la grossa quantità di milioni investiti, la squadra russa è riuscita a qualificarsi agli ottavi di Champions solo due volte, nelle stagioni 2011/12 e 2013/14, venendo poi eliminata subito entrambe in entrambi i casi. Quest’anno però, lo Zenit sembra una squadra completamente diversa che ha ben altre asettative. Nonostante in campionato stia faticando (4° posto a -10 dal CSKA Mosca capolista), è, dopo quattro giornate, l’unica squadra a punteggio pieno dell’intera Champions League. 12 punti su 12 e qualificazione ottenuta con due giornate d’anticipo, in un girone rognoso, dove Valencia e Lione, con maggiore esperienza europea, si stanno inchinando ai russi. Goal fatti 10, subiti appena 4. Giocatori di qualità come Artem Dzyuba, attaccante russo classe ’88, a quota 4 reti, solo una dietro al capocannoniere Cristiano Ronaldo. L’uomo chiave è però, senza dubbio, Hulk, il brasiliano pagato 40 milioni nel 2012, che sta tornando l’attaccante devastante che abbiamo ammirato ai tempi del Porto. 3 goal e 4 assist per il classe ’86 che ha trascinato la squadra agli ottavi. Lo Zenit è guidato dallo special two, così chiamato perchè considerato, qualche anno, fa l’erede di Mourinho, Andrè Villas-Boas. Dopo le esperienze fallimentari in Premier League con Chelsea e Tottenham, il tecnico portoghese è alla guida della squadra russa dal marzo del 2014, chiamato a sostituire l’italiano Luciano Spalletti. Lo scorso anno ha vinto il campionato e la supercoppa russa, ma ha fallito la qualificazione agli ottavi di Champions. In questa stagione, nonostante in campionato stia faticando molto, sta facendo un gran lavoro a livello europeo, soddisfacendo le richieste dei proprietari del club, la Gazprom, società russa fra la più grandi al mondo e fra i main sponsor proprio della Champions. Dove può arrivare questo Zenit non ci è dato saperlo, di certo sarà una mina vagante durante la prossima fase della competizione.

Leggi anche:  LaLiga, dove vedere Barcellona-Osasuna: streaming e diretta tv
  •   
  •  
  •  
  •