Zlatan torna a casa: a Malmö tutto il tifo per Ibra

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta
Zlatan Ibrahimovic, - 23.03.2000 - Malmoe FF Photo : Bildbyran / Icon Sport

Zlatan Ibrahimovic, – 23.03.2000 – Malmoe FF
Photo : Bildbyran / Icon Sport

Zlatan Ibrahimovic torna a Malmö, nella sua Malmö, quella cittadina di circa trecentomila abitanti nella contea dello Skane che lo ha visto nascere e crescere come calciatore e campione. L’atmosfera sarà surreale, perché in realtà per Ibra faranno il tifo tutti, sia i sostenitori del Paris Saint-Germain che quelli rivali della quadra svedese. Per l’occasione il calciatore svedese parla dello Swedbank Stadion, che conta solo 18.000 posti a sedere: “Se avessero avuto uno stadio cinque volte più grande, adatto ad una partita internazionale, si sarebbe riempito”. Ibra è palesemente emozionato, visto che si tratta della prima volta che gioca a Malmö da avversario, dopo quasi quindici anni. Allora, per ovviare al problema della poca capienza dello stadio, lo svedese ha dato indicazioni di far montare un maxi schermo in piazza, cosicché tutti potranno vedere il match.

Leggi anche:  Dove vedere Pontedera-Siena, streaming e diretta Tv

“Non appena visto il sorteggio dei gironi ho subito prenotato la piazza per allestire un maxi schermo”, ha dichiarato l’attaccante al sito dell’Uefa. “Saranno almeno 25.000, lo stadio è piccolo e non potranno godersi tutti lo spettacolo. Per questo ho deciso di affittare la piazza per consentire a tutti di godersi lo spettacolo”. Gli svedesi hanno già assistito a due delle tre partite casalinghe di Champions (la prima persa contro il Real Madrid, la seconda vinta contro lo Shakhtar Donetsk), e sono ancora il corsa per il terzo posto che vale l’Europa League.

Ibrahimovic torna in Svezia dopo aver trascinato la sua nazionale alla fase finale degli Europei di Francia. A Copenaghen la Svezia, forte del due a uno di vantaggio dell’andata, ha messo subito le cose in chiaro con il gol dell’attaccante al minuto diciannove anche se inizialmente ha tremato per una traversa colpita in avvio dai padroni di casa. Strada in discesa per la nazionale guidata da Hamren, quando ancora Zlatan ha raddoppiato al minuto settantasei direttamente su calcio di punizione (e rete numero undici nelle qualificazioni). A nulla è valsa la rimonta d’orgoglio della Danimarca, che acciuffa il pareggio con i gol di Yussuf Poulsen al minuto ottantuno e di Vestergaard al minuto novanta.

Leggi anche:  Inter-Roma, probabili formazioni: big match 8^a giornata

Il fatto che Ibrahimovic rimette piede a Malmö è un evento più unico che raro. Infatti, per questo motivo, i bagarini si stanno scatenando sul mercato nero: un biglietto arriva perfino a costare intorno ai 2100 euro. Il centravanti dal canto suo ha pagato l’installazione dello schermo con l’aiuto delle autorità locali che, a detta del sindaco, aumenteranno le misure di sicurezza, e prova a combattere la lotta al rialzo invitando tutti nel cuore della città, in piazza: “Tutto quello che accadrà durante la giornata è organizzato da me, anche se ovviamente mi hanno aiutato in molti. Siamo costantemente  in contatto e parliamo di presente e di futuro con la società svedese. Cerco di aiutarli con molti consigli vista la mia esperienza”. E lui, dopo il regalo ai rivali, esprime due desideri: “Mi piacerebbe vederli al top. Col Psg esiste la possibilità di vincere la Champions, non siamo i più forti, ma vedremo, combatteremo contro tutti al meglio delle nostre forze”.

  •   
  •  
  •  
  •