Atalanta-Napoli e la monetina che colpì Alemao

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

monetina
Atalanta-Napoli, chiude per gli azzurri, l’anno solare 2015, è infatti l’ultima partita prima delle feste Natalizie, che concederanno un po’ di meritata pausa a calciatori, staff tecnico e società. Il Napoli, dopo il pareggio interno con la Roma, ha l’intenzione di far punteggio pieno a Bergamo, campo storicamente ostico per gli azzurri, che non vincono da un bel po’ di tempo, dove ci saranno i vendicativi Denis e Cigarini, sempre pronti a farsi valere quando vedono la loro ex squadra contro. Atalanta di Edy Reja, che avrà però qualche problema di formazione. La sconfitta di Verona col Chievo, portò a due espulsioni, e Carmona, è infortunato e ne avrà per parecchi mesi. Ma la sfida tra gli orobici e i partenopei, è famosa soprattutto, per la famosa gara del campionato ’89-’90, anno del secondo Tricolore del Napoli Era la penultima giornata di campionato, Napoli e Milan erano distaccate da un punto. Il Napoli era in Lombardia mentre il Milan giocava a Verona. All’improvviso, Alemao, centrocampista tutto fare del Napoli, venne colpito da una monetina, lanciata dalla curva nerazzurra. Il centrocampista brasiliano si accasciò a terra e Carmando, storico massaggiatore del Napoli, arrivò in soccorso. Storia vuole che il furbo Carmando, consigliava ad Alemao di restare a terra, e con un taglierino, gli allargò la ferita e mentre lo medicava diceva queste parole: “Resta a terra, resta a terra, la vinciamo a tavolino”. La gara, per gli almanacchi, finì 0-0, mentre a Verona, il Milan, perse in rimonta, 2-1. Il giudice sportivo, sentenziò il lanciò della monetina, con la vittoria a tavolino per il Napoli 0-2. Gli azzurri, scavalcarono il Milan in classifica, e la gara, con la Lazio al San Paolo, del 29 aprile,fu solo una pratica da archiviare. Napoli, Campione D’Italia.

Leggi anche:  Calciomercato Milan: rinnovo in salita per un big del centrocampo?
  •   
  •  
  •  
  •