Crisi Roma: la panchina di Garcia a un bivio

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta

Lille's French coach Rudy Garcia is seen during the French L1 football match LOSC Lille vs Valenciennes VAFC at the Grand Stade Lille Metropole in Villeneuve d'Ascq on October 27 2012. AFP PHOTO FRANCOIS LO PRESTI (Photo credit should read FRANCOIS LO PRESTI/AFP/Getty Images)


Rudi Garcia ha parlato per quasi un’ora da solo con la squadra e con lo staff tecnico, ribadendo ai giocatori che non ha assoluta intenzione di mollare, sempre se i giocatori sono con lui (il che  tutto da vedere). La società giallorossa, intanto, prende tempo. La situazione appare surreale: nessun manager romanista rilascia dichiarazioni, la Roma temporeggia, mentre i tifosi sono imbestialiti e si sfogano tra radio e social network, e squadra, staff e dirigenti vivono come sospesi in un limbo calcistico di cui si era perso traccia nella capitale. E stasera in casa giallorossa è in programma la grande festa di Natale insieme agli sponsor, con finalità benefiche. I giocatori dormiranno a Trigoria dopo la festa, domani mattina possono andare a casa e poi rientrare subito per gli allenamenti e rimarranno a dormire nel centro sportivo. Sabato rifinitura, ritiro in hotel e poi domenica la partita col Genoa, in casa.

Leggi anche:  Nations League, dove vedere Ungheria-Italia streaming gratis e diretta TV

Ore decisive queste, in cui gli alti vertici della Roma stanno decidendo il futuro del tecnico francese e non solo. La parola finale spetta ovviamente al presidente Pallotta, non fosse altro per i 2,5 milioni di ingaggio netti che il tecnico ha garantiti fino al 2018 ed è con lui che i dirigenti si stanno confrontando: il presidente ieri si è limitato a scusarsi e a dirsi disgustato, mentre di Sabatini, Zanzi e Baldissoni non hanno rilasciato nessuna parola ufficiale. Lavorano e cercano di capire cosa fare: fino a ieri la linea era quella di aspettare la gara col Genoa per valutare con calma da lunedì, nelle ultime ore si sta facendo strada la convinzione che prima si cambia e meglio è. E il nome di Marcello Lippi compare in pole position.

Leggi anche:  Nations League, probabili formazioni Inghilterra-Germania: le scelte su Abraham e Werner

Garcia stamani si è presentato a Trigoria, ha parlato dalle 11 a mezzogiorno con i calciatori e ha ribadito la sua intenzione di andare avanti. Ha chiesto però al gruppo di dirgli le cose in faccia, ha voluto sapere se la squadra fosse ancora con lui e sembra che il confronto abbia avuto esiti positivi. Se la squadra quindi non lo ha scaricato, questo non basterà di certo a salvare la panchina. Nessuno però si espone più di tanto. Se ieri è stata la voce di De Sanctis a parlare a Roma Channel, oggi l’unica voce è stata quella del difensore francese Digne, su twitter: “È un periodo difficile per tutti noi, lavoriamo insieme per ritrovare la fiducia”.

Infine, a gettare ancora benzina sul fuoco e in attesa di capire se ci sarà o meno il ritiro fino a domenica ancora non ufficializzato, è arrivata la decisione di comunicare oggi modalità e prezzi dei biglietti per la sfida col Real Madrid in Champions League, in programma il 17 febbraio. Il risultato è stato che, tra le prestazioni della squadra e i prezzi non proprio popolari (si va dai 40 euro della curva fino ai 120 euro della Monte Mario Top), l’ambiente romanista si è avvelenato ancora di più. Insomma queste feste natalizie non saranno contornate dal solito zelo di festa, ma ci saranno momenti bui, zone ombrose, tempi morti, una profonda solitudine e tanto tanto pensare sul da farsi.

  •   
  •  
  •  
  •