Fiorentina Tottenham: sedicesimi inglesi per i viola

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta

europa league


Non è stato un sorteggio meraviglioso per la Fiorentina quello che si è svolto oggi a Nyon, dove si sono conosciuti gli accoppiamenti per i sedicesimi di finale di Europa League. I viola tornano in Inghilterra contro il Tottenham, esattamente come l’anno scorso, solo che stavolta la prima sarà a Firenze. Evitato lo spauracchio Manchester United, cosi come Liverpool, Schalke 04 e Bayer Leverkusen, ma poteva andare anche meglio. Del precedente la Fiorentina serba un ottimo ricordo: allora infatti l’andata si era giocata a White Hart Lane in quanto i viola avevano vinto il loro girone (mentre quest’anno passano come secondi). Era finita 1 a 1, al gol di Roberto Soldado aveva risposto José Basanta ancora nel primo tempo. Un risultato favorevole che aveva portato la Fiorentina ad avere grande fiducia per il ritorno al Franchi: i gol di Mario Gomez e Mohamed salah avevano qualificato i viola, poi arrivati fino alla semifinale.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Empoli-Milan: la scelta su Giroud, Satriano o Destro?

 

La Fiorentina, reduce ieri sera dalla pesante sconfitta per 3 a 1 patita allo Juventus Stadium contro gli odiati bianconeri, resta comunque in alta classifica a quattro lunghezze dalla capolista Inter (cosi come il Napoli di Sarri), solitaria a quota 36. Il Tottenham si è qualificato al primo posto del girone J con 13 punti, tre in più dell’Anderlecht. Nel campionato inglese è quinto a sette punti di distanza dall’Arsenal. L’allenatore è l’argentino Mauricio Pochettino e la squadra è molto giovane: infatti ha un’età media di 24,6 anni. I giocatori più forti da tener presente sono il portiere Hugo Lloris, la punta centrale Harry Kane, l’ala argentina Erik Lamela, il trequartista Christian Eriksen e i difensori Toby Alderweireld e Jan Vertonghen. Una delle critiche rivolte più spesso al Tottenham è che non riesce mai a migliorare i propri risultati, anche se ogni anno si piazza in zona Europa League.

Leggi anche:  Lecce-Cremonese: dubbi offensivi per Baroni, tra recuperi lampo e ballottaggi, ecco le scelte

 

Per commentare la sfida tra Fiorentina e Tottenham è uscito allo scoperto Lorenzo Amoruso, ex calciatore viola, che ai microfoni di Tuttomercatoweb ha spiegato: “È una partita ovviamente difficile anche se agli ottavi la scorsa annata i viola hanno tenuto bene testa agli inglesi. La Fiorentina può far bene, anche se il Tottenham si è migliorato notevolmente. Sono quinti, sarà una gara affascinante tra una squadra che gioca ed una che corre tanto. La Fiorentina ha la qualità per battere il Tottenham, anche perché di mezzo c’è un mercato dove, a prescindere, dovrà prendere un paio di elementi. Sulla carta, ripeto, può giocarsela, anche se non c’è nessuna nettamente favorita. Anche ieri i viola hanno dimostrato di avere idee, c’è solo da migliorare come squadra come dice Sousa”.

 

Leggi anche:  Bundesliga, Werder Brema-Borussia Moenchengladbach: dove vederla in TV e streaming

Il direttore generale della viola Andrea Rogg, intervistato dai microfoni di Sky Sport, afferma: “Sono tutte squadre forti quelle che vai ad incontrare. È una squadra che conosciamo bene perché gli abbiamo affrontati nella competizione scorsa. Sono forti, tecnici, fisici e giocano in uno stadio dove l’ambiente è importante. Guardiamo avanti a questa sfida con molta emozione e la voglia di passare altre notti europee iimportanti. La mentalità del nostro mister ci dice che dobbiamo giocare sempre con contenuti tecnici importanti e partite come queste ci aiuteranno nella nostra crescita”.

  •   
  •  
  •  
  •