Genoa, Preziosi è una furia. Ora rischia anche Gasperini

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

125801721-26633b4c-df47-4096-96ef-f0e516ad5e1bEnrico Preziosi, patron del Genoa, non si aspettava forse un ritorno a Marassi così negativo. Il numero uno dei rossoblù mancava dal Ferraris dal 20 settembre scorso: “A Genoa-Bologna devo esserci, è uno scontro diretto -aveva detto alla vigilia di Genoa-Bologna-“. Poi, l’ennesima sconfitta, uno 0-1 che fa male, in un vero e proprio spareggio salvezza, con il gol di Rossettini proprio sui titoli di coda. E il Genoa rimane in piena zona retrocessione. Tre sconfitte consecutive che aprono ufficialmente la crisi dei rossoblù e dell’allenatore Gasperini. 

Al termine della gara, Preziosi era una furia. Ecco le sue parole ai microfoni dell’emittente Radio Nostalgia: Sono arrabbiatissimo. E’ inammissibile perdere così. La follia della gomitata di Perotti poi, è simbolo di frenesia. Che senso ha, provare a vincere anche quando sei in inferiorità numerica?”.

Preziosi rincara la dose: “Sono stupefatto. Questa è una gara che dovevamo vincere 4-0, invece le due gare con le emiliane si sono concluse con due sconfitte. Che brutta stagione. Dovremmo andarci a far benedire”. Preziosi vede nero. Le voci di un imminente passaggio di proprietà del club non contribuiscono a rasserenare il clima al Genoa. E domenica prossima si va a Roma contro i giallorossi di Garcia. A questo punto anche la panchina di Gasperini comincia a scricchiolare. In caso di ulteriori debacle, il tecnico piemontese rischierebbe l’esonero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...