Il Milan espugna il Matusa e conquista il 6° posto in classifica

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo

Il Milan espugna il Matusa di Frosinone in una gara delicata e divertente. 6° posto in classifica agguantato

Milan espugna il MatusaIn una partita ricca di goal e a tratti divertente, il Milan espugna il Matusa e batte il Frosinone 2-4, ottenendo 3 punti fondamentali per la classifica. I rossoneri, infatti, con questa vittoria si portano a quota 28 punti, al 6° posto in Serie A. Il Frosinone non approfitta di una grande occasione offertagli su un piatto d’argento dal Genoa, e rimane a quota 14 punti in 18^ posizione. La partita si mette subito in salita per il Milan: il Frosinone crea gioco ed è pericoloso in contropiede, mettendo in difficoltà la retroguardia rossonera, spesso impreparata. Un miracolo di Leali è solo un antipasto per il goal dei ciociari che arriva al 18′, quando Dionisi, approfittando di una difesa milanista aperta, serve Daniel Ciofani che, a tu per tu con Donnarumma, lo trafigge. 1-0 e Milan imbambolato che prova a creare gioco, ma produce solo uno sterile possesso palla. Il primo tempo scorre infatti noioso, con il Frosinone che si limita a gestire. La ripresa, invece, è tutta un’altra storia. Mihajlovic striglia i suoi nello spogliatoio e i risulatati si vedono; la squadra è più caparbia, vivace ed efficace. Il goal non tarda ad arrivare: al 50′, Honda serve perfettamente Abate in area di rigore dove il terzino rossonero non sbaglia davanti a Leali e fa  1-1. Il Frosinone sembra essere sparito dal campo, ed il Milan spinge per il raddoppio che viene siglato dopo soli 5 minuti con Bacca che insacca a porta vuota dopo l’assist di Bonaventura, che lo smarca grazie ad un tocco morbido che anticipa Leali e i due difensori. Ciociari che tentano una timida rimonta ma vengono stroncati da Alex che sovrasta tutti e, con l’aiuto del paolo, insacca per l’ 1-3. Una dormita generale della difesa rossonera però, riapre una partita ormai chiusa: spiovente di Pavlov e Dionisi, di testa, accorcia le distanze all’ 83′. Niente miracolo però perchè Bonaventura, servito dall’appena entrato Poli, finalizza una grande azione e chiude, definitivamente, la partita. Il Milan espugna il Matusa e, dando un occhio alle statistiche, ha perso una sola partita nelle ultime 12, quella allo Stadium contro la Juventus. Frosinone, invece, che ne ha vinta solo una nelle ultime 5.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Inter-Roma: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

FROSINONE-MILAN 2-3
Frosinone (4-4-2): Leali ; M. Ciofani, Diakité, Blanchard, Pavlovic; Tonev(18′ st Paganini),  Sammarco, Gori(27′  st Chibsah), Soddimo; D. Ciofani(46′ st Longo), Dionisi . A disp.: Zappino, Ajeti, Bertoncini, Crivello, Russo, Gucher, Frara, Carlini, Castillo. All. Stellone
Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, De Sciglio; Honda, Montolivo, Bertolacci, Bonaventura; Bacca(45′ st Poli), Niang(35′ st Luiz Adriano). A disp.: Abbiatii, Livieri, Ely, Zapata, Mexes, Calabria, De Sciglio, Mauri, Luiz Adriano, Cerci. All. Mihajlovic
Arbitro: Banti
Marcatori: 16′ D. Ciofani (F), 5′ st Abate (M), 10′ st Bacca (M), 32′ st Alex (M), 38′ st Dionisi (F), 48′ st Dionisi (F)
Ammoniti: Tovev, Soddimo, Dionisi, Pavlovic, D. Ciofani (F), Niang, Romagnoli, Donnarumma (M)
Espulsi: —
Note: —

  •   
  •  
  •  
  •