Il punto sulla Champions League

Pubblicato il autore: Matteo Monaco

Roma21

Partirà a febbraio con gli ottavi di finale la Champions League 2015-2016. I sorteggi non sono stati benevoli per le due squadre italiane che, classificatesi entrambe come seconde, dovranno vedersela con il Real Madrid (la Roma) e con il Bayern Monaco (la Juventus).

L’ultima giornata ha dato i riscontri definitivi di un torneo che si prospetta estremamente interessante, date le intriganti sfide che ci saranno negli ottavi di finale. Nel girone A, come da pronostico, le prima due classificate, Real Madrid e Paris SG hanno portato a casa grandi vittorie, 2-0 per i parigini contro lo Shaktar e 8-0 per i madrileni contro il Malmo. Il girone B, incerto fino all’ultima giornata, ha visto l’eliminazione a sorpresa del Manchester United, con un Van Gaal ormai sempre più traballante. Ad avere la meglio sono state il Wolsburg, prima nel suo girone grazie al successo per 3-2 proprio contro gli inglesi e il PSV Eindoven, vittorioso in casa contro un CSKA Mosca ormai sicuro dell’ultimo posto. Anche il girone C conosceva già le due classificate per la fase successiva della Champions: la sfida tra Atletico Madrid e Benfica valeva il primo posto nel girone e se l’è aggiudicata la squadra di Simeone. Il pareggio tra Galatasaray e Astana ha confermato la squadra turca al terzo posto, qualificata quindi per l’Europa League. La sconfitta della Juventus in casa del Siviglia ha consegnato al Manchester City, vincitore con il Borussia M’gladbach, il primo posto nel girone D mentre nel gruppo E lo scialbo 0-0 della Roma contro il BATE Borisov ha favorito il passaggio agli ottavi della squadra giallorossa, favorita dal pareggio interno del Bayer Leverkusen contro il Barcellona. L’Arsenal riesce a sconfiggere l’Olympiakos fuori casa per 3-0 e si qualifica come seconda in un girone dominato dal Bayern Monaco vittorioso 2-0 a Zagabria. Il Chelsea dell’esonerato Mourinho riesce a superare 2-0 in casa il Porto vincendo lo scontro diretto per la prima posizione, relegando la squadra portoghese addirittura in Europa League a causa della contemporanea vittoria della Dinamo Kiev contro il Maccabi di Tel Aviv. L’ultimo girone ha visto, oltre allo Zenit, già sicuro del primo posto, la qualificazione del Gent, vittorioso contro la squadra russa che ha approfittato del passo falso del Valencia in casa contro l’Olimpique di Lione.

Leggi anche:  Claudio Lotito Senatore: "Lazio, resto Presidente. Scudetto possibile, ho trattenuto i migliori"

Il sorteggio, come detto, è stato assolutamente proibitivo per le italiane, che affronteranno due delle più forti squadre in Europa e al Mondo. Se per la Roma l’avventura contro il Real Madrid di Benitez non sembra essere del tutto proibitiva, la sfida della Juventus contro il Bayern di Guardiola, indicato da tutti come la squadra più forte d’Europa assieme al Barcellona, ha il sapore di una finale anticipata.

Se la Roma sarà in grado di mettersi alle spalle il lungo periodo buio che sta attraversando, culminato con la sconfitta in Coppa Italia contro lo Spezia, potrà essere in grado di far male a un Real Madrid che non appare lo squadrone in grado di sconfiggere 4-0 il Bayern Monaco due anni fa. Le armi per sconfiggere la compagine madrilena saranno la solidità difensiva e sfruttare le indecisioni difensive di un Real che non sembra avere nel reparto arretrato il suo punto di forza: con un centrale difensivo forte in più e il recupero completo di Salah e il ritorno di Dzeko al goal l’impresa non sarebbe impossibile. Come non ha sorriso la Juventus per il sorteggio così non ha sorriso il Bayern che si ritrova ad affrontare la finalista dell’ultima edizione in un clima non serenissimo, dato che è ormai certo l’addio di Guardiola nella prossima stagione. Oltre all’ottimo momento di forma che sta vivendo la Juventus negli ultimi mesi, questo ulteriore fattore destabilizzante per l’ambiente tedesco potrebbe influenzare negativamente la squadra. Sicuramente nessuna delle due squadre partirà sconfitta: sarà una sfida a viso aperto tra due squadre in cerca di conferme: la Juventus vuole confermare di essere tornata grande in Europa, il Bayern di non essere grande solo in Germania e puntare alla prima finale della gestione Guardiola.

Leggi anche:  Inter, non è finita con Zhang: entro fine anno 100 milioni alla società

Gli altri ottavi vedono un interessante scontro tra il PSG, che vuole dimostrare di essere diventata definitivamente una grande europea e il Chelsea, così come affascinante potrebbe essere la sfida tra Arsenal e Barcellona. Gent-Wolsburg, PSV-Atletico Madrid, Benfica-Zenit, Dinamo Kiev-Manchester City gli altri incontri degli ottavi.

  •   
  •  
  •  
  •