Juve, caso Motta: punti di penalizzazione o solo ammenda?

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Calciomercato Juventus: il direttore generale Giuseppe Marotta

Da alcune ore, i siti che si occupano di Juve sono in fibrillazione. La notizia è di quelle che possono rovinare il pomeriggio a tutti i tifosi bianconeri: la Juve rischia uno o due punti di penalizzazione per il caso Motta.  Ma, dopo il panico, la razionalità, unita da alcune informazioni che filtrano da fonti attendibili, smontano il caso:  la Juventus  potrebbe cavarsela anche con una multa di 50.000 euro. Il motivo, come detto, è il tesseramento di Marco Motta, una storia che risale alla trattativa con l’Udinese per la cessione del difensore. Secondo la Commissione Disciplinare, la cessione di Motta sarebbe viziata da una violazione della normativa che regola l’operato degli agenti dei calciatori.

Pertanto, negli scorsi giorni, i club di Juventus, Udinese e Genoa sono stati deferiti alla Commissione Disciplinare del Settore Tecnico della Figc e al Tribunale Federale Nazionale. L’imputazione sarebbe quella di ” violazione dell’articolo 1 bis, comma 1, del codice di giustizia sportiva in relazione a quanto previsto dall’articolo 20, comma 4, del regolamento ‘agenti di calciatori’ in vigore fino al 31 marzo 2015″.

Nella vicenda risultano attualmente deferite anche 9 persone: Andrea Stramaccioni, Gino Pozzo, Franco Collavino, Cristiano Giaretta, Giuseppe Bozzo, Marco Motta, Giuseppe Marotta, Alessandro Zarbano e Fabio Paratici. Fermo restando che ancora nulla di ufficiale è trapelato, i tifosi della Juve dovrebbero comunque dormire sonni tranquilli: la Juventus potrebbe cavarsela “solamente” con una multa da 50.000 a 180.000 euro. Di certo meglio, molto meglio rispetto a qualche punto di penalizzazione in classifica. Soprattutto ora che gli uomini di Allegri sono protagonisti di una rimonta davvero eccezionale.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: