Juventus Bayern Monaco: agli ottavi è subito grande Champions

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta

epa03648169 Munich's Arjen Robben (R) and Turin's Giorgio Chiellini vie for the ball during the UEFA Champions League quarter final first leg soccer match between FC Bayern Munich and Juventus Turin at München Arena in Munich, Germany, 02 April 2013. EPA/TOBIAS HASE


 

La Juventus non ha avuto nemmeno il tempo di festeggiare il passaggio alle fasi finali della Champions League, che dall’urna di Nyon esce un nome impronunciabile: la Juventus affronterà per la doppia sfida degli ottavi di finale i tedeschi del Bayern Monaco. Subito Massimiliano Allegri si è catapultato su twitter per lanciare il famoso motto del maestro Yoda di Guerre Stellari: “fare o non fare, non c’è provare”. Commento lapideo e freddo, ma che riassume l’atteggiamento che la Juventus dovrà tenere nell’affrontare il lato oscuro della forza. Con i piedi per terra l’amministratore delegato e direttore generale della Vecchia Signora Beppe Marotta, che scansa le domande dei giornalisti della Gazzetta, lanciando la patata bollente al vicepresidente Pavel Nedved: “A Nyon c’è Pavel Nedved, lascio a lui ogni commento ufficiale. Certo il Bayern è sempre il Bayern. In un campionato i valori alla lunga vengono fuori. In Champions bisogna avere anche fortuna, quando raggiungi questo sorteggio devi sperare. Ci siamo presi delle responsabilità in questo inizio di stagione. Abbiamo attuato una politica di rinnovamento, chiuso un ciclo vincente e deciso di cambiare 10 giocatori su 24, che non è mai facile”.

 

Leggi anche:  Serie D, dove vedere Catania-San Luca streaming GRATIS e diretta TV Telecolor

Cosi il vicepresidente della Juventus commenta ai microfoni di Mediaset il responso del sorteggio: “Non è una sfida impossibile, nel calcio non si sa mai. Già il girone era difficilissimo, ma la squadra è stata brava a superarlo senza difficoltà giocandosi il primo posto fino alla fine. Pensavo in un sorteggio più fortunato, ma non è stato cosi e vuol dire che dobbiamo soffrire”. L’ex centrocampista juventino sa benissimo cosa voglia dire giocare contro un’ingiocabile della competizione. Grande prova di carattere e lavoro duro, attenzione maniacale alla fase tattica della partita e, soprattutto, cinismo allo stato puro.

 

In casa tedesca, invece, ci si sente giganti e si guarda tutti dall’alto, compresa una Juventus che da 4 anni domina in Italia e che nell’ultima stagione è arrivata in finale. Il Bayern d’altronde si sente forte, e nemmeno davanti ai bianconeri mostra di avere particolari paure, sinonimo di una squadra fin troppo abituata a certe sfide. Thiago Alcantara su twitter scrive “amo questa partita. Sarà una grande sfida contro la Juventus”, mentre il kaiser Franz Beckenbauer, pur nella consapevolezza delle qualità indiscutibili della squadra di Allegri, è fiducioso per il passaggio del turno: “In campionato si sono ripresi e sono una delle squadre più forti in Europa. Però è un vantaggio il fatto di giocare la prima fuori: potremmo conoscere meglio i bianconeri nella partita d’andata per poi sistemare le cose nella gara decisiva che sarà a Monaco”. Vidal e Coman invece la buttano sul sentimentale. Arturo afferma: “Ho molti amici a Torino, sono molto contento per il sorteggio”. Coman invece: “Sono stato molto contento quando ho saputo del sorteggio. Saranno due partite interessanti. Agli ottavi non ci sono sorteggi facili e se si vuole arrivare alla finale bisogna comunque eliminare squadre forti”. Insomma sentimentale si, ma non troppo. E Juventu Bayern Monaco sia. Questo il responso dell’urna. Ora non ci resta che aspettare il responso più veritiero del campo.

Leggi anche:  Il calendario del Lecce fino al Mondiale: una serie di partite non semplici per la formazione di Baroni

 

  •   
  •  
  •  
  •