La Juventus cala la Nuova Generazione Champions

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta

giovani
La Juventus nelle gare di Champions League di questa stagione, salvo l’inaspettata sconfitta in casa di un Siviglia alla ricerca del terzo posto per entrare in Europa League, è stata imbattuta. Cinica, spietata a volte, altre invece un po’ sottotono ma comunque ha fatto sempre risultato, disputando gare all’altezza e non essendo mai sotto la prestazione che una gara europea merita e chiede. La strada di questa Juventus, lasciando da parte al momento il capitolo campionato (soprattutto le prime gare), è stata costellata da una serie di presenze che lasciano pensare al futuro. Infatti, questa nuova Juventus, che sta ancora pagando per il consueto rodaggio delle new entry, è una squadra ringiovanita, rinnovata e soprattutto rivoluzionata. Allegri e Marotta hanno inserito volti nuovi che, col passare del tempo, si spera migliorino certi meccanismi e risolti alcuni problemi, soprattutto a livello difensivo (dove la Juventus è sempre stata molto forte) e di impostazione della gara, cancellando alcune defaillance che sono costate care alla Vecchia Signora.

Leggi anche:  Dove vedere Hellas Verona-Udinese, streaming e diretta Tv

La strada intrapresa dalla Juventus è indubbiamente un processo di crescita orientato a costruire il futuro, più che l’immediato presente, come molti se non tutti i tifosi sperano e si aspettano. La sconfitta patita contro il Siviglia martedì sera rappresenta un fastidioso contrattempo sulla strada che porta verso i quarti di finale (sino a che punto lo diranno i sorteggi per gli ottavi che si terranno lunedì 14 dicembre alle ore 12 dall’urna di Nyon). Ma rappresenta anche un’importante lezione, se vogliamo un arricchimento, un nuovo bagaglio esperienziale per tutti quei giovani bianconeri che con la Champions League devono ancora prendere confidenza. Dybala, Alex Sandro, Morata, Pogba, Sturaro sono stati impiegati in maniera abbastanza assidua da Allegri in Europa, che ha puntato decisamente sull’inserimento (con tempi adeguati e diversi da giocatore a giocatore) di giovani talenti che potranno in un futuro prossimo regalare alla Vecchia Signora la coppa della lunghe orecchie.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lecce-Cremonese: le scelte di Baroni e Alvini

Questa nuova strategia si mostra anche sul mercato, dove la Juventus e Beppe Marotta si stanno muovendo per riportare alla casa madre il baby talento Berardi (a giugno), mentre l’ex Sassuolo Zaza probabilmente farà le valigie già questo gennaio. Rugani non si tocca, questo il mantra ripetuto, anche se la sua stagione deve ancora iniziare (ha giocato solo uno scampolo di partita nella gara di andata di Champions League contro il Manchester City), e Cuadrado difficilmente sarà riscattato dal Chelsea. Mario Mandzukic si sta lentamente rilevando importante sia come cecchino dal gol pesante sia come apripista, lasciando ai compagni coi suoi movimenti ampi spazi in cui inserirsi, e questo non fa altro che mettere in ombra un certo Morata.

Alvaro sta attraversando un periodo buio e lo si è visto nelle ultime gare, dove ha sbagliato molto e giocato con molta foga e poca lucidità. Ma la Juventus punterà comunque su di lui, sapendolo un talento sicuro, anche se il suo letargo potrebbe a detta di molti (in un caso eccezionale) determinare un significativo cambio di strategia del club in vista del mercato estivo. Se fino a tre mesi fa Marotta aveva l’imperativo di respingere l’assalto del Real Madrid per l’attaccante spagnolo, adesso il manager bianconero potrebbe avere altre priorità (ricordiamo che il diritto di recompra è fissato a 30 milioni), anche se questo pare un caso veramente eccezionale. Infatti proprio nella giornata di ieri Morata ha rinnovato il suo contratto che lo tiene legato alla Juventus fino al 2020. La Juventus quindi sta puntando forte, al di là di moduli e tattiche, sui baby talenti che un po’ alla volta sta inserendo in squadra. E se il buongiorno non si vede dal mattino, ne vedremo delle belle. To Be Continued.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: