Leicester, a Liverpool la prima gara a digiuno (di gol)

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano

leicester
Dopo 17 giornate di Premier League, il Leicester di Claudio Ranieri resta all’asciutto.
I Foxes, vera rivelazione del campionato d’oltremanica, avevano abituato i tifosi di tutta Europa a trovare sempre piena la casella che indicava le reti messe a segno da Jamie Vardy e compagni: la capolista della Premier League prima del Boxing Day era infatti la squadra più prolifica del campionato, con ben 37 gol messi a segno in 17 partite (per poi essere raggiunto dopo il poker del City al Sunderland) con una media di 2.18 gol a match.
Ma ad Anfield il Liverpool di Jurgen Klopp è riuscito a fermare il reparto avanzato più temuto di questo inizio di stagione, condannando la capolista al secondo ko in campionato (il primo in trasferta), esattamente tre mesi dopo la prima sconfitta subita in casa dall’Arsenal.
Quasi un’impresa quella dei Reds, visto che in 13 occasioni su 17 in Premier il Leicester aveva segnato almeno 2 gol a partita.
A Liverpool è stata giornata di digiuno anche per la coppia più prolifica della Premier, quella composta da Jamie Vardy e Riyad Mahrez, autori rispettivamente di 15 e 13 gol in questo fantastico inizio di stagione. Ad Anfield infatti è stata la prima occasione in cui nessuno dei due è riuscito a iscrivere il proprio nome nell’elenco dei marcatori.
Forse sarà stata colpa del cenone di Natale.

Leggi anche:  DAZN Standard nuova offerta: prezzo scontato fino al 2 ottobre
  •   
  •  
  •  
  •