Mihajlovic: “Ho un ottimo rapporto con Berlusconi”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

miha3

Giornata di vigilia a Milanello. Domani il Milan affronterà in trasferta il Carpi, da poco è terminata la conferenza di Sinisa Mihajlovic. Ecco le sue dichiarazioni:

Sul rendimento della squadra: “Ci sono partire che sono alla nostra portata, dove sulla carta siamo più forti, però esistono solo vittorie sul campo, se giochiamo come sappiamo possiamo vincere. Il nostro obiettivo è avere due punti di media a partita”.

Sulla Coppa Italia: “Non avendo coppe europee, la coppa Italia è un obiettivo e vogliamo portarla a casa. Prima della Samp però abbiamo Carpi e Verona, la squadra sta bene, è compatta unita e serena, concentrati per l’importantissima gara con il Carpi. Loro sono in ripresa, ha un grande ex come Borriello che è in forma, ho stima e simpatia per Castori, sarà un match combattuto”.

Su Bonaventura: “Sta facendo molto bene, può fare ancora meglio, copre diversi ruoli ma da esterno dà il meglio. Fa la differenza e continuerà a farla”.

Sulle seconde linee: “Ho una rosa da 28 giocatori, volevo avere delle risposte e le ho avute, abbiamo superato il turno ed è la cosa più importante. L’impegno c’è stato però mi aspettavo qualcosa in più dal punto di vista della qualità del gioco”.

Leggi anche:  Serie B, probabili formazioni Bari-Brescia: le scelte di Mignani e Clotet

Sulla Juve: “Ha vinto cinque gare di fila, tutti elogiano la Juve, eppure anche noi avevamo fatto quattro vittorie e non vedo tutta questa euforia, qui si cerca sempre di creare polemica e confusione. Noi vediamo dove possiamo arrivare, l’obiettivo è arrivare tra le prime tre”.

Su Boateng: “Da quando è arrivato si è sempre allenato, fisicamente sta bene, non ha mai saltato un allenamento. Può tornare utile, è un giocatore importante che ha dimostrato di star bene, praticamente viene gratis fino a giugno, si è comportato bene e speriamo continui a farlo”.

Su Bacca: “Sta bene e si allena bene, forse è un po più stanco degli altri visto i viaggi con la Nazionale, gia da domani può far bene se dovesse giocare”.

Sulla continuità: “Bisogna vincere sia in casa che fuori, stiamo cercando di fare questo, è stato decisivo che tutti gli avversari diretti li abbiamo incontrati in trasferta, l’anno prossimo saranno a San Siro, proveremo a vincere”.

Leggi anche:  Serie D, dove vedere Licata-Catania: streaming gratis e diretta tv in chiaro?

Sul raffronto con l’Inter: “L’Inter ha speso più del Milan da quando è arrivato Mancini, poi oltre ai soldi hanno avuto anche sei mesi in più per lavorare. Poi come sempre quando si comincia un nuovo ciclo si parte da zero, non guardiamo partita per partita, dopo gara col Napoli stiamo mantenendo una media di due punti a gara e l’anno scorso con questa media andavamo in Champions. Ci sono margini di miglioramento, i tifosi e anche noi non siamo contenti di come siamo partiti però siamo in ripresa”.

Sulla squadra: “Non deve sbagliare atteggiamento mentale, col Carpi sono gare insidiose, se entriamo in campo con la testa giusta possiamo vincere, sulla carta siamo più forti e dobbiamo dimostrarlo sul campo”.

Su Berlusconi: “Mi sento ogni settimana con lui, parlo e scherzo, ho un ottimo rapporto con Berlusconi, per un leone come lui è un solletico quella piccola operazione. Tutte le scelte che faccio sono scelte che la società rispetta, per questo lo ringrazio. Mi sento con Galliani tutti i giorni, tra noi c’è stima e affetto, da quando sono al Milan ho preso decisioni anche coraggiose e sono sempre stato appoggiato da Galliani e dalla società. Tra me è la società c’è un rapporto di massimo rispetto”.

Leggi anche:  Serie B, probabili formazioni Cagliari-Venezia: le scelte di Liverani e Javorcic

Sul mercato: “Se ne parla ma non in maniera importante per adesso”.

Su Boateng: “Meglio avere possibilità di scegliere che non avere giocatori”.

Su De Jong: “Il 442 è uno schema che gli permette di giocare di più, si completano bene con Montolivo”.

Su Mauri: “Ha fatto bene in Coppa, con l’atteggiamento giusto, aggressivo, nel ruolo davanti la difesa deve ancora crescere, è una risorsa importante a centrocampo”.

  •   
  •  
  •  
  •