Milan, Ferrero punzecchia Mihajlovic: “Sinisa, persona vera e gran lavoratore…però che cambiamento!”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi

17fffb41d6e32ad6ac82131f0b494d76-79047-1407010094
In vista della partita di stasera di Coppa Italia Sampdoria-Milan, l’esuberante presidente dei blucerchiati, Massimo Ferrero, ha voluto dire la sua in merito all’attuale tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic.
Ferrero, 
in particolare, fa riferimento all’ottima idea che si è fatto di Sinisa nel periodo in cui ha allenato la Sampdoria stando, dunque, a stretto contatto per circa un anno e mezzo. Tuttavia, i due stasera si troveranno ad essere diretti rivali a Marassi. Si tratta di una partita importante e determinante per entrambe le formazioni e, soprattutto, per i due tecnici. Sia Montella che Mihajlovic stanno vivendo un periodo non proprio florido: il primo non riesce ancora ad ingranare, dopo aver sostituito sulla panchina della Samp Walter Zenga, e il secondo non trova la chiave giusta per ottenere continuità nei risultati.
Ferrero, dunque, ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport: “Apprezzo sempre Sinisa, come uomo e come allenatore, perché tutto si può dire di lui, eccetto che non sia una persona vera e un gran lavoratore. In campo però si ragiona con la testa, dunque che vinca il migliore”.
Qualche frecciatina, tuttavia, il Presidente blucerchiato la lancia sempre: “Però con grande stupore mi sono accorto che il generale Sinisa è stato degradato capitano dal Milan in quattro mesi. Sono state minate le sue certezze? Mah… Ho letto che oggi in Coppa Italia vuole far giocare i migliori, per esempio, mentre quando era il mio generale dava spazio a chi giocava meno per tenere unito il gruppo. Giustamente ci teme, però che cambiamento…”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, dove vedere Monza-Spezia: streaming e diretta tv DAZN o SKY?