Milan, Niang…E adesso toglietelo dal campo….

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
calciomercato milanTre gol in tre giorni. Il triplo di quanti ne aveva realizzati in tre stagioni. Il destino di M’Baye Niang sembra essersi definitivamente compiuto. La grande promessa francese, giunta a Milano sponda rossonera a nemmeno 18 anni, ha trovato in questa stagione la sua piena consacrazione scalfendo, probabilmente, anche le certezze del tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic, il quale dovrà adesso decidere chi lasciare fuori tra gli attaccanti da affiancare al francesino. Si, perchè una maglia da titolare nell’attacco del Milan non può più non essere assegnata a Niang che dal ritorno dall’infortunio patito in estate ha dato la dimostrazione di essere il giocatore ideale per il gioco del tecnico serbo. Il francese, fortemente maturato dopo l’esperienza della scorsa stagione a Genova, ha corsa, atletismo, fisicità, tecnica e voglia di sacrificarsi per la squadra. Tutte doti che lo stesso allenatore del Milan apprezza fortemente e ritiene necessarie per il raggiungimento dell’obiettivo finale della società che è quello,quantomeno, di ottenere un piazzamento ” europeo”. Niang dopo la splendida doppietta contro la Sampdoria si è ripetuto nel difficile match che il Milan ha disputato a San Siro nei sedicesimi di finale di Coppa Italia ed il francese ha dimostrato di saper essere decisivo anche entrando a partita in corso. Il nuovo modulo adottato da Mihajlovic, il 4 – 4 – 2, sembra calzare a pennello proprio al francese che può, in questo modo, giocare più vicino alla porta avversaria, dialogare più facilmente con il compagno di reparto ed essere maggiormente partecipe nella costruzione delle manovre offensive del Milan.  Il tutto condito con le armi migliori del francese e cioè velocità e dinamismo che, come dimostrato contro la Sampdoria, possono rivelarsi letali per le difese avversarie. Se Niang ha conquistato lo scettro di inamovibile bisognerà adesso vedere quali saranno le scelte di Mihajlovic per il proseguo della stagione. L’investimento fatto in estate per portare a Milano Bacca non può certamente essere dimenticato e per questo motivo il colombiano sembra,  al momento, godere della fiducia del tecnico del Milan. Bacca – Niang è una coppia ben assortita con l’ex Siviglia più uomo d’area di rigore rispetto al francese e pronto a concretizzare le azioni pericolose che sarà in grado di costruire la squadra rossonera. Certo è, però, che negli ultimi tre giorni le gerarchie nell’attacco del Milan sono cambiate. Bacca, fino ad ora prima scelta di Mihajlovic,  dovrà contendersi una maglia da titolare con  Luiz Adriano, giocatore forse troppo sottovalutato ma che sta dando, invece, risposte concrete e positive sul campo.  Nelle prossime settimane saranno proprio loro due, probabilmente, ad affiancare , alternandosi, Niang nel fronte offensivo del Milan. Questo in attesa del ritorno in campo di Mario Balotelli che, infortunio a parte, dovrà recuperare parecchie posizioni nelle gerarchie di mister Mihajlovic. Mario Balotelli e M’Baye Niang sono legati da un ottimo rapporto di amicizia anche fuori dal campo e chissà se l’inaspettata esplosione del francesino non stimoli l’orgoglio di Super Mario nel dimostrare, finalmente, con continuità tutto il suo immenso potenziale. Un augurio, questo, che si fanno tutti i tifosi del Milan…Niang permettendo….
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie B, probabili formazioni Bari-Brescia: le scelte di Mignani e Clotet
Tags: