Napoli e l’incubo dei calci di rigore

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

Napoli Lazio precedenti

Sono iniziate le feste natalizie per i calciatori, nonostante Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, in diretta tv, rappresentò la propria contrarietà a questi giorni di vacanze, nonostante i rappresentanti dell’Aia, continueranno a lottare per godere di questo mini-stop. Come sappiamo in Inghilterra, giocheranno a Santo Stefano, come sempre. Ma il problema di cui parliamo è un altro. Il Napoli è il secondo attacco del campionato, ma per quanto riguarda i calci di rigore, la massima punizione sta diventando un incubo. Il Napoli, infatti fino all’anno passato, vinse in due competizioni la lotteria dagli 11 metri. Con l’Udinese in Coppa Italia, e la vittoria a Dubai nella finale di Supercoppa Italiana con la Juventus. Bene, dopo quella gara, sembra che le gambe dei calciatori azzurri davanti al discetto cominciano a tremare. Soprattutto a Marek Hamsik e a Gonzalo Higuain. Lo slovacco infatti, su 16 penalty tirati con il Napoli, ne ha sbagliati 9, più della metà. Due soltanto in settimana, con Verona ed Atalanta. L’anno scorso, sappiamo della crisi di Higuain, che all’ultima giornata con la Lazio, gettò in curva la speranza Champions, contro la Lazio al San Paolo. Infatti, domenica il Pipita, non si presentò sul dischetto, lasciando la responsabilità ad Hamsik. Quindi, i ragazzi di Sarri, dovranno fare un po’ di allenamento sul tanto famoso dischetto bianco, anche per non far restare i tifosi azzurri, con tanta paura ed ansia, ad ogni rigore ricevuto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Arsenal-Tottenham, streaming e diretta Tv
Tags: