Napoli-Inter, Mancini: “Espulsione assurda, Callejon ha simulato. Bravi i miei ragazzi”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui

mancini-744x445
Il posticipo della 14° giornata di Serie A, Napoli-Inter ha regalato il primo posto in classifica ai ragazzi del buon Sarri. Grande spettacolo ieri al San Paolo, in cui l’Inter sotto di un goal ha tentato tutte le strade possibili per ottenere almeno un pareggio e tenersi, così, stretto il titolo di capolista. Il talento che ha fatto la differenza è stato, senza ombra di dubbio, Gonzalo Higuain. Il Pipita ha segnato ben due goal: uno al 1′ e l’altro al 62′. Ieri sera è stato incoronato dai tifosi napoletani il Re del San Paolo, in quanto ha regalato loro una gioia immensa, quella di battere l’Inter e di posizionarsi in vetta alla classifica. L’Inter ha condotto, comunque, una buonissima gara, giocando, peraltro, in 10 dal 43′. I nerazzurri hanno tentato la rimonta con il goal al 67′ di un ottimo Ljajic, ma i pali e i guantoni di Reina, ieri sera al top della forma, hanno detto più volte no agli attaccanti di Mancini che ci hanno provato in tutti i modi a portare a casa almeno un punto. Quindi, risultato finale: 2-1. Risultato che premia i padroni di casa.

Leggi anche:  Dove vedere Foggia-Palermo Serie C, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud?

Veniamo al post partita, Roberto Mancini ai microfoni dei giornalisti è apparso furioso e molto critico nei confronti dell’arbitro Orsato. A Mancio, infatti, non va assolutamente giù l’espulsione di Nagatomo al 43′ per un doppio giallo: il primo per un fallo su Callejon e il secondo, quello cruciale, per un fallo ai danni di Allan. Ecco, Mancini trova privo di senso l’attribuzione del primo giallo, in quanto era palese la simulazione dell’attaccante spagnolo, quindi Nagatomo non meritava l’ammonizione.

Le parole del ct di Jesi  ai microfoni di Sky Sport: “Avrei preferito vincere 1-0, una bellissima partita anche nel primo tempo.  Abbiamo regalato un goal con un errore da non commettere poi partita equilibrata, il Napoli è tra le migliori del campionato e può crearti delle difficoltà. In più un’espulsione assurda che ha rovinato una partita bellissima. L’errore dell’arbitro è evidente, bravo Callejon a simulare sul primo fallo, ingenuo Nagatomo a non fermarsi sul secondo fallo, sapendo di essere già ammonito. Ma anche l’arbitro  non può dare un giallo al 40′ in quella zona del campo, sapendo di lasciare una squadra in dieci”. Mancini poi si sofferma su Melo e Medel: “Felipe Melo e Medel erano diffidati, bisogna pensare anche alle prossime partite, Melo si fa ammonire anche per uno starnuto e ho preferito tenerlo per le prossime”. Infine, un commento sul fenomeno argentino:Higuain è un giocatore straordinario, non era facile fare il primo goal, lui fa una differenza enorme. Contro di noi l’ha fatta anche Reina che ha effettuato tre parate incredibili. Sui nostri tiri finiti sui pali, speravo che almeno uno entrasse” – poi conclude: “La sconfitta ci sta, la gara era difficile, comunque se siamo stati in testa alla classifica per 14 giornate, credo ci sia un motivo”.

Leggi anche:  Inter-Bologna, probabili formazioni: Lukaku e Sanchez dal 1' insieme

Il tecnico si è congratulato con i suoi ragazzi su Twitter. Ancora una volta, Roberto Mancini, dimostra di essere un mister molto social e un grande sostenitore dei suoi ragazzi, di cui può andare senz’altro fiero, dato i punti conquistati finora.

Screenshot_2015-12-01-12-00-50-1

  •   
  •  
  •  
  •