Parla Prandelli: “In cinque per lo scudetto”

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo

Intervistato a Tiki Taka, parla Prandelli del momento attuale della Serie A, degli allenatori e del suo passato in nazionale

parla prandelli“Ci stiamo godendo un campionato stupendo”  così parla Prandelli dello stato attuale della Serie A. Intervistato alla trasmissione Titi Taka, l’ex ct della nazionale analizza, da “estraneo ai fatti”,  la classifica odierna della Serie A: “Credo che le prime cinque arriveranno fino in fondo, ma la Juve vista nelle ultime partite fa paura. Il calcio migliore lo giocano Napoli e Fiorentina, ma credo che un grande encomio lo meritino Sassuolo ed Empoli per quello che ci stanno facendo vedere. Oscar agli allenatori? E’ difficile perchè Sarri sta facendo bene a Napoli, dove ha rivitalizzato una squadra, Allegri sta tirando fuori il carattere dalla Juve pluricampione, e la reazione negli ultimi minuti della sfida col Carpi lo dimostra, mentre Sousa sta facendo sognare Firenze”. Ma in testa alla classifica però c’è l’Inter di Roberto Mancini, che ha cambiato 17 formazioni su 17: “A mio parere gli allenatori stanno sperimentando ancora, ma sono convinto che quando Mancini troverà l’equilibrio giusto cambierà poco. Felipe Melo? Conosco il suo temperamento e, sinceramente, quel rosso domenica sera non mi ha sorpreso. L’ho visto in difficoltà, ma adesso sarà molto pentito. Ha grandi qualità e dà sempre il 100% in campo. Jovetic? Può incantare tutti con il talento che si ritrova, anche se ad inizio stagione lo vedevo più felice”. Un passato quello di Prandelli, tinto indelebilmente di viola: “Firenze è una piazza molto stimolante, ma ha anche tante pressioni. Deve crederci di più”. Parla Prandelli anche del rovinoso mondiale 2014 in Brasile: “Sono stato molto criticato quando mi sono dimesso, ma siamo in Italia e qualsiasi cosa tu faccia verrai sempre criticato. In quel momento dovevo assumermi tutta la responsabilità tecnica e l’ho fatto, non ho rimpianti. Qualcosa non funzionò, ma è comunque un gioco. Nei miei 4 anni di nazionale abbiamo perso poche partite ufficiali, purtroppo anche la più importante”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina Conference League, dove vederla contro Heart of Midlothian Sky, TV8 o DAZN?