Possesso palla : vince davvero chi ne ha di più?

Pubblicato il autore: lorenzo caruso

possesso palla


Quante volte, guardando una partita di pallone avete sentito parlare di concetti quali: fase d’attacco, linea difensiva, offside e soprattutto il tanto famigerato possesso palla ? Probabilmente, parole come queste saranno arrivate alle vostre orecchie ( e magari pronunciate anche da voi stessi) , così tante volte da averne perso il conto.
Oggi ci soffermiamo solamente su uno dei termini sopra citati, vale a dire il ” possesso palla “.
Il pensiero generale di allenatori, telecronisti, giornalisti ed in sintesi, di chi ” bazzica ” il mondo del calcio è che, solitamente, nel corso di un match, la squadra, che tra le due, mantenga per più tempo il pallone tra i propri piedi, abbia più possibilità di portare a casa il risultato alla fine dei 90 minuti di gioco. Vi siete mai chiesti se effettivamente questa affermazione è veritiera o meno? Non avete mai pensato che si abusi un pò troppo di questo concetto? Bene, se lo avete fatto non sentitevi in torto perché spesso le statistiche tendono a dirci il contrario riguardo questo aspetto calcistico.
Nell’articolo andremo ad analizzare esclusivamente i dati riguardanti i 4 maggiori campionati di calcio europei, vale a dire, in ordine: Liga spagnola, Bundesliga tedesca, Premier League inglese e la tanto bistrattata Serie A italiana. E’ giusto specificare che le statistiche prese in considerazione si rifanno solamente alla stagione in corso 2015/16. I numeri che vi proporremo sono consultabili sul sito www.transfermarkt.it .
Diamo un’occhiata alla situazione in Spagna, attualmente la classifica generale vede appaiate in testa Barcellona ( con una partita in meno ) ed Atletico Madrid con 35 punti, seguite da Real e Celta Vigo, rispettivamente a 33 e 31 punti. Immaginiamo dunque che i dati riguardanti il possesso palla tendano verso il Barcellona e l’Atletico, sarà così? Sì, o meglio, in parte lo è. Il Barcellona anche in questa speciale classifica si piazza al primo posto con il 64,5 % di possesso palla ma in seconda posizione, non c’è, come probabilmente ci saremmo immaginati, l’Atletico Madrid, che si classifica addirittura decimo con il 49, 9 % , superato in ordine da: Real Madrid, Celta Vigo, Real Sociedad, Siviglia, Rayo Vallecano, Las Palmas, Malaga e Betis Siviglia. Senza entrare nei particolari di ogni squadra, vi diciamo solo che, attualmente, Rayo Vallecano e Las Palmas sono rispettivamente terzultima e penultima nella Liga.
Passiamo ora a parlare della Bundesliga, dove dopo 17 giornate troviamo il Bayern Monaco in fuga in testa alla classifica con 46 punti, seguito dai 38 punti del Borussia Dortmund e, sempre più lontano, dalla sorpresa Hertha Berlino con 29 punti. Questa volta cosa ci dirà la classifica riguardante il possesso palla? In realtà non abbiamo molte sorprese, anche in questo caso il Bayern domina con il 64,6%, seguito dal Dortmund con il 59,1% per poi arrivare ad una carovana di squadre dal 54% fino al 45% di possesso palla, la vera particolarità è rappresentata dal Darmstadt, che si trova attualmente 3 punti sopra la zona retrocessione ma allo stesso tempo è nettamente la compagine con meno possesso palla, distaccata da tutte le altre di ben 4 punti, con appena il 41,3% .
Andando ad analizzare le statistiche in Premier League, ad una prima occhiata, tutto potrebbe sembrarci nella norma, così non è, in attesa del big match di questa sera tra Leicester e Manchester City, la classifica vede l’Arsenal prima in classifica con 39 punti, seguita proprio dal Leicester di Ranieri ( con una partita in meno ) a 38 punti, fino ad arrivare al terzo posto attuale di Tottenham e City ( anch’essa con un match in meno ) con 35 punti. Il dato riguardante il possesso palla è molto particolare, nelle prime 6 posizioni troviamo infatti le grandi di Inghilterra, vale a dire, in ordine dal 1° al 6° posto: Arsenal ( con il 58,9% ), United, City, Liverpool, Chelsea e Tottenham ( 55,0% ). Ciò che stupisce è il fatto che, eccezion fatta per Citizens, Spurs e Gunners, né il Liverpool, né tantomeno United e Chelsea, stiano combattendo per il titolo, tutt’altro. Ma la statistica che più ci colpisce è legata proprio al Leicester, secondo in classifica ma solamente penultimo nella graduatoria del possesso palla con un ” misero ” 41,2% .
Cosa accade invece in Serie A ? Dopo 17 giornate la classifica ci dice : Inter 36 punti, Fiorentina e Napoli a 35, Juve 33, Roma 32 fino al 6° posto ( in attesa del recupero tra Sassuolo e Torino ) del Milan con 28 punti. Le statistiche riguardanti il possesso palla vedono primeggiare la Fiorentina con il 58,7%, incalzata dalla Juve con il 58,3%, a seguire, Napoli ( 56,5% ), Roma ( 55,9% ), Lazio ( 55,4% ) e solamente il 6° posto dell’Inter con il 54% mentre il Milan si colloca in settima posizione ( 52,3% ). Al contrario, la squadra con meno possesso palla di tutto il campionato italiano risulta il Frosinone, ( 41,2% ) attualmente terzultimo.
Il viaggio tra le statistiche si conclude qui, come abbiamo potuto constatare, non sempre un possesso palla positivo corrisponde ad un piazzamento nelle zone altissime della classifica ( si notino casi come quello del Chelsea ). Allo stesso tempo, un possesso, sulla carta, sterile, non deve essere per forza di cose, letto in modo negativo ( basti pensare al Leicester ).
A Maggio, finiti i campionati, tireremo insieme di nuovo le somme. Non ci resta che attendere.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Albania-Islanda, streaming e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere Nations League