Ranocchia: “Siamo partiti fortissimo, ma è ancora lunga”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

Gc Milano 23/09/2012 - campionato di calcio serie A / Inter-Siena / foto GIuseppe Celeste/Image Sport nella foto: Andrea Ranocchia

Andrea Ranocchia è uno dei giocatori che sta trovando meno spazio nello scacchiere di Roberto Mancini causa i molti errori della passata stagione ed anche per la solidità della coppia Miranda-Murillo. Di Inter e non solo il difensore azzurro ne ha parlato all’iniziativa “Non fare autogol”, ecco le sue dichiarazioni: “Quest’anno siamo partiti fortissimo. La stagione è lunga. Ci saranno problemi e altri in cui andrà meglio di adesso. Dobbiamo mantenere la concentrazione. Siamo lassù e siamo un po’ avvantaggiati rispetto alle altre. Fare gol? E’ una bella sensazione. E’ bello giocare in Serie A, in Serie B, in tutte le categorie. Io avrei continuato anche se avessi militato in Eccellenza e in Promozione. L’emozione che ti dà scendere in campo e farlo a San Siro non me la può dare nessuna altra cosa al mondo”. Qualche progetto da portare avanti una volta finita la carriera da calciatore: “Sto già lavorando a diversi progetti. Sto aprendo una scuola calcio ad Assisi, la mia città, un po’ diversa dalle altre, con il doposcuola e gli allenamenti. Sono nel pieno della mia progettazione. Aprirò la scuola calcio per ragazzi disabili, per quelli normodotati, per le ragazze. Al momento, non intendo rimanere nel calcio che conta ma mi interessa il calcio giovanile, perché i ragazzi hanno bisogno di essere indirizzati”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Striscioni contro Zhang anche in piazza Duomo: la Curva Nord si schiera contro Suning
Tags: