Roma in crisi psicologica. Di chi è la colpa?

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo

E’ una Roma in crisi psicologica piena quella che stiamo vedendo scendere in campo regolarmente. Colpa di Garcia?

Roma in crisi psicologicaRoma in crisi psicologica. I giallorossi si trovano in un chiaro affanno psicologico, in un vortice da cui non riescono più a venir fuori . Tolto il derby vinto (contro una Lazio in una crisi ancora più grande) la Roma non hai mai più dato l’impressione di poter controllare la partita, di dominare l’avversario. I giocatori appaiono già senza energie, disorientati. Sono affetti forse da un “mal di allenatore”, perchè probabilmente è proprio Garcia il problema di questa squadra. Già perchè l’organico c’è, la rosa è valida e potrebbe ambire a ben altre prestazioni. Da tre anni promette un trofeo, talvolta in maniera presuntuosa, venendo regolarmente bastonato dalla Juventus, ritrattando poi a fine anno.

Leggi anche:  Dove vedere Ajax-Napoli, streaming LIVE oggi e diretta tv Amazon Prime o Sky Sport?

In Europa, Garcia, ha un ruolino di marcia più che negativo, mentre la Roma ha bisogno di affermarsi in questocontesto. Guardando il bicchiere mezzo pieno è arrivata una qualificazione agli ottavi di Champions League che mancava da 5 anni, ma in malo modo, giocando l’ennesima partita sotto la sufficienza, salvata da un sontuoso Szczęsny, autore, ieri, di almeno tre interventi decisivi. Dopotutto, se i tifosi a fine partita fischiano una squadra che ha centrato l’obiettivo qualificazione un motivo pur ci sarà. Per Garcia l’ambiente è negativo, il pari è buono come il pane, ma infondo sa di aver avuto fortuna e se ieri si fosse trovato davanti una squadra di caratura diversa dal Bate Borisov, con tutto il rispetto per i bielorussi, avrebbe rimediato un altra cocente sconfitta. La Roma in crisi psicologica lo era già da prima delle sei scoppole rifilate da Messi e compagni, che di certo non hanno aiutato una barca sulla via del naufragio, ma ora spetterà al comandante Garcia ritrovare la rotta e il vento in poppa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: