Sarri: “Maradona? Spero di incontrarlo”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

sarri-esulta-per-la-vittoria
Uno dei veri protagonisti di questo ottimo inizio di stagione 2015-2016 senza dubbio a Napoli è Maurizio Sarri. Il tecnico venuto dalla provincia, da Empoli, dove fino a maggio lottava per la salvezza, poi conquistata con un bel gioco frizzante e spettacolare. Su di lui, c’era anche il Milan, che poi ha virato verso altre sponde. Maurizio Sarri, che da giovane faceva il bancario, e la sera studiava per fare pratica di allenatore. Napoletano di nascita, cresciuto in Toscana. Ora è apprezzato e ammirato dalla maggior parte dei sostenitori azzurri. Semplice, non incline all’eleganza ed alla moderna moda, rappresenta il lavoro e l’impegno. E i risultati del Napoli, sono la maggior parte del suo impegno, trasportato anche a calciatori che fino all’anno scorso potevano andar via, o ad altri che sembravano persi con altri schemi tattici. Il suo legame verso il Napoli è chiaro, un sogno, diventato realtà: “Tifo per la squadra dove mio padre lavorava quando io ero bambino. E’ un affetto che rimarrà sempre dentro di me. Ed ora che alleno il Napoli è forte l’emozione che provo. La parola Scudetto? E’ presto. Penso che la Juventus è la favorita. L’anno scorso non ci fu storia. Quest’anno c’è più equilibrio, ed è anche più divertente”. Poi, il tecnico azzurro fa un appunto su Maradona, che lo criticò ad inizio campionato: “Maradona? Spero di incontrarlo. Accetto le sue scuse, dopo ciò che disse”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  José Mourinho, come cambierà la formazione dopo la sosta Nazionale