Voti di Torino Roma della Gazzetta

Pubblicato il autore: Livio Addabbo Segui

Calciomercato Torino: Cerci non torna, Molinaro potrebbe andare via e Maxi Lopez resterà fino al 2016
I voti di Torino Roma assegnati dalla redazione di Milano della Gazzetta dello Sport. L’anticipo delle 15 della 15.ma giornata di serie A si è concluso con il punteggio di 1-1. Succede tutto negli ultimi minuti della ripresa, a una punizione di Pjanic risponde il rigore del pari di Maxi Lopez.

Ventura contro la Roma non rinuncia all’amato 3-5-2 con Moretti-Glik-Bovo a proteggere Padelli, Bruno Peres-Molinaro sulle fasce e Vives in regia con Acquah e Baselli mezzali. In avanti Quagliarella ha smaltito gli acciacchi della settimana e guida l’attacco granata, al suo fianco Belotti, con Maxi Lopez in panchina.

Garcia cerca di scacciare la crisi affidandosi al talismano Gervinho, recuperato: con lui in campo mai una sconfitta. Accanto all’ivoriano in avanti Falque e Dzeko. A centrocampo De Rossi, Pjanic e Nainggolan, con Florenzi che scala accanto ai centrali Rudiger e Manolas, e sulla corsia opposta c’è Digne.

Il primo squillo è del Toro che al 4′ con Belotti trova in scivolata la risposta di Szczesny, tornato titolare dopo la gara di riposo contro l’Atalanta. Due minuti dopo è Bruno Peres a concludere verso la porta giallorossa, con una deviazione di Digne che per poco non spiazza il suo portiere.

Garcia è poi costretto a cambiare Gervinho per un infortunio muscolare accusato dopo uno scatto in area di rigore, al suo posto al 25′ entra Iturbe. La gara non decolla, spezzettata dai tanti falli e altrettanti cartellini gialli sventolati da Damato a Pjanic, Bruno Peres, Florenzi e Acquah. Al 45′ è ancora 0-0.

Nessun cambio per le due squadre nella ripresa, con la Roma pericolosa in area granata grazie a una conclusione di Nainggolan. Ma a dare spettacolo è Bruno Peres, ispiratissimo sulla fascia: prima tre avversari e mette al centro dell’area dove trova pronto Szczesny, poi al 58′ spara ancora sul portiere polacco della Roma di sinistro. Al 65′ esce dal campo Quagliarella, che si era segnalato pochi minuti prima per un servizio ad Acquah non sfruttato dal mediano ghanese, al suo posto Maxi Lopez. A farsi vedere è, però, il centravanti avversario Dzeko, che conclude fuori di testa al 72′ su servizio di Florenzi.

Dieci minuti più tardi, con la gara che sembra non avere più nulla da dire, la Roma passa in vantaggio con Pjanic. Il bosniaco calcia una punizione dalla trequarti sulla quale non interviene nessuno, Padelli è ingannato dalla traiettoria del pallone, è 1-0 ospite. Ventura cerca la rimonta inserendo la terza punta Martinez, Garcia risponde con l’inserimento di Torosidis al posto dell’autore del gol.

Al 92′ Dzeko in contropiede si divora il colpo del ko sparando su Padelli così, all’ultimo assalto granata, è calcio di rigore: Rudiger, incerto per tutta la gara, di petto libera involontariamente Belotti, steso da Manolas. Dagli undici metri Maxi Lopez non sbaglia e regala il pari al Torino.

Di seguito i voti di Torino Roma assegnati dalla redazione di Milano della Gazzetta dello Sport

TORINO (3-5-2): Padelli 5; Bovo 5.5 , Glik 6 , Moretti 6; Bruno Peres 6 , Acquah 6, Vives 5.5, Baselli 6.5 (70′ Benassi 6), Molinaro 6 (86′ Martínez s.v.); Quagliarella 5 (66′ Maxi López 6.5), Belotti 6 . All.: Ventura

ROMA (4-3-3): Szczȩsny 6; Florenzi 5, Manolas 6, Rüdiger 4.5, Digne 6 ; Pjanić 6, De Rossi 6, Nainggolan 6 (71′ Vainqueur 6 ); Gervinho 6 (25′ Iturbe 5 ), Džeko 5 , Iago Falque 5 (85′ Torosidis s.v.). All.: Garcia

  •   
  •  
  •  
  •