Zamparini risponde alla lettera di un tifoso

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta

maurizio_zamparini

L’eccentrico presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, è più vicino ai propri tifosi di quanto sembri a primo acchito. Sul sito ufficiale del club rosanero, il presidentissimo risponde alla lettera di un proprio sostenitore, dopo aver risposto alla missiva di ringraziamenti da parte di una tifosa. Ma questa volta la lettera del tifoso contiene critiche all’indirizzo di Zamparini e della sua gestione del club. A scrivere è un tifoso da New York, che consiglia al numero uno rosanero di affidare compiti e decisioni a persone con più competenze: “Ad esempio: lei ha venduto Dybala ed adesso la Juventus è nei top 5 della classifica, nel passato ci sono stati altri fuoriclasse che hanno avuto più successo con le grandi della seria A. Se la squadra viene sempre spezzettata in continuazione, come ci può essere coesione nel Palermo? Poi ci sono i tanti esoneri. Io come tifoso del Palermo che vivo a New York sento tanta gente che ci disprezza perché non abbiamo una squadra coesa e che dicono che il nostro Presidente pensa soltanto a vendere giocatori per far soldi”.

La risposta di Zamparini è figlia del suo stesso temperamento, decisa e ferma: “Quando sono arrivato a Palermo c’era una società piena di debiti, sull’orlo del fallimento. Da allora, per passione e amore per il calcio, io ho dovuto mettere ogni anno dei fondi per coprire le perdite di gestione: sino ad oggi cento milioni di euro, soldi che non rivedrò più”. La risposta del Presidente tocca anche la cessione di Dybala, ultimo gioiello della squadra rosanera acquistato in estate dalla Juventus: “Cedere quest’anno Dybala ha permesso di coprire un passivo di bilancio di 35 milioni di euro che non avrei più potuto coprire, cosi come negli anni passati Barzagli, Amauri, Cavani, Pastore, Hernandez: giocatori che ho scoperto e acquistato e che con la loro vendita hanno permesso di coprire i disavanzi di bilancio. Nel Palermo il massimo stipendio è oggi di 1.500.000 euro per Vazquez, con stipendi generali medi di 1.000.000 euro lordi. Il bilancio delle entrate del Palermo è di 50 milioni di euro l’anno, contro i 350 della Juventus, i 280 del Milan e dell’Inter, 1 200 della Roma e del Napoli. Dybala Guadagnava nel Palermo 800.000 euro l’anno, nella Juve guadagna 5 milioni. Ecco perché i campioni vanno via da Palermo: copriamo i costi di gestione e loro vogliono andare in grandi club, dove guadagnano anche dieci volte tanto che nel Palermo”.

Per concludere questa spassionata lettera, Zamparini ribadisce la sua volontà di voler cedere il club: “Io cerco un nuovo proprietario per il Palermo, di soldi da perdere non ne ho più. Sto cercando un miliardario arabo o russo o cinese che possa permettersi di perdere. Io sono un ottimo imprenditore che ha creato migliaia di posti di lavoro, naturalmente non nel calcio, e migliaia ne voglio ancora creare: non nel calcio. Se dovessi oggi lasciare, il Palermo è una società strutturata senza debiti e bilanci di gestione in pareggio. Anni fa ho lasciato il Venezia nella stessa situazione, senza debiti, regalando la società ai veneti: dopo quattro anni sono falliti! Mi auguro non succeda questo quando darò il Palermo ai palermitani e ai siciliani”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  DAZN Standard nuova offerta: prezzo scontato fino al 2 ottobre