Allegri: “Non è affatto facile vincere 9 gare di seguito. Nel finale abbiamo pasticciato troppo”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui
allegriAllegri sorpreso positivamente della sua Juventus rilancia le ambizioni scudetto.
Allegri
è intervenuto nel post partita con la Sampdoria nelle varie televisioni e successivamente in conferenza stampa per commentare la nona vittoria consecutiva della sua squadra. Ecco alcuni passaggi siginificativi dei suoi interventi:
Dopo il mancato terzo gol di Morata, non è che la sua squadra  si è un po’ rilassata?
“Dopo il terzo gol mancato da Morata, dopo 30 secondi abbiamo preso gol, non ci siamo rilassati, ma la Sampdoria ha fatto una bella partita soprattutto nella parte finale. Abbiamo rischiato un paio di volte di prendere il 2-2, abbiamo avuto alcune situazioni per fare il 3-1, non le abbiamo sfruttate e bisognava gestire meglio la palla in quei momenti”.
Questa è di nuovo la sua Juve? E’ una Juventus da Scudetto?
“E’ una Juventus che dopo le prime dieci partite aveva solo 12 punti. Non pensavo che già al 10 gennaio fossimo in questa posizione. I ragazzi sono stati molto bravi e il merito è loro”.
E’ la vittoria del bastian contrario, hai smentito alcune dichiarazioni di ieri…
“No, sono scelte. Hernanes, da qui a fine carriera, se si cala nel ruolo davanti alla difesa diviene un bel giocatore. Oggi ha fatto bene, specie nella ripresa quando si è ben calato nel ruolo. Abbiamo fatto bene, tranne nel finale quando nel casino non abbiamo gestito”.
La classifica ti tranquillizza?
“Nove vittorie in Italia è difficilissimo, specie dopo la nostra partenza. E’ stata una partita che andava chiusa con Morata sul 3-0, invece è arrivato un bel gol di Cassano al quale faccio i complimenti per la prova e anche perchè è ancora oggi tecnicamente uno dei migliori calciatori in circolazione. Infine abbiamo rischiato”.
A ottobre quanto ci credevi?
“Ci credevo. Andavano integrati giocatori nuovi, in crescita e anche reduci da infortuni. Quando migliorano i singoli migliora la squadra”.
Quando manca Mandzukic ci sono più inserimenti, vedi oggi.
“E’ normale che giocando a 3 in mediana gli interni vanno dentro. Khedira e Pogba sono bravi in questo, Morata e Dybala svariano e lasciano spazi. Pogba, ogni tanto, è nella posizione di punta e Dybala regista. Bene non dare riferimenti, stiamo crescendo ma qui non c’è da mantenere ma migliorare in tecnica e sicurezza. Ci sono molti margini di miglioramento”-
E’ la quarta volta che parli di incapacità di gestione. Non è un problema di squadra?
“Dobbiamo migliorare. Gli avversari creano difficoltà, non è possibile non subire mai tiri. La palla va gestita diversamente, salvo che non ci sia una clamorosa pressione avversaria. Oggi siamo andati a sprazzi in tal senso”.
Hai tolto Lichtsteiner per Cuadrado appena dopo il 2-1. Volevi dare un segnale?
“Ho messo un giocatore offensivo per fare il terzo gol ma anche fresco per il finale di partita. Serviva un po’ di spinta, questo era il messaggio”.
Più Inter o Napoli?
“Tutte e due… Oggi l’Inter ha fatto una delle migliori gare stagionali, il calcio è così. Ha vinto gare immeritate, il campionato è particolare. La media punti è di 82 punti, Sarri si nasconde ma il Napoli lotterà fino alla fine per lo Scudetto”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mercedes, Wolff: "Congratulazioni ad Hamilton per la sua vittoria numero 100"