Atalanta, il saluto di German Denis alla sua Bergamo

Pubblicato il autore: Domenico Cicalese Segui

Denis saluta l'Atalanta
Quando ha visto Consigli lanciarsi sul lato giusto, in occasione del suo ultimo rigore italiano, German Denis avrà pensato che un’ingiustizia così grande non sarebbe mai stato capace di accettarla. E forse, gli sarà passato in mente anche di restare per un’altra settimana, almeno fino a quando avrebbe potuto lavare l’onta di un addio segnato da un errore dal dischetto.

Ma alcune cose nella vita, e nel calcio, sono magiche e provare a scoprirne i motivi più reconditi è cosa proibita per i semplici umani. Così il Tanque si è fiondato alla sua maniera sulla respinta del guastafeste coi guantoni, e ha scaraventato la sfera in porta con la forza e la determinazione che solo un sentimento intenso come l’amore possono generare.

German Denis, trentacinque primavere il prossimo settembre, lascia l’Atalanta e saluta definitivamente, almeno da calciatore, l’Italia che lo ha abbracciato nell’estate del 2008 aprendogli le porte di Napoli. In questi giorni l’argentino salirà sull’aereo che lo porterà dritto a Buenos Aires, da dove raggiungerà Avellaneda per legarsi, per la seconda e ultima volta, al Club Atletico Independiente, squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta quando di anni ne aveva venticinque e che gli ha dato l’opportunità di riscattare appieno il primo sciagurato tentativo, fallito nel 2003 con l’esperienza a Cesena, di sfondare oltreoceano.

Leggi anche:  Salernitana-Atalanta probabili formazioni: novità per i nerazzurri in attacco

Prima della gara bruttina tra Atalanta e il Sassuolo – passata alla storia solo per il suo addio – German Denis aveva già scelto il modo giusto per salutare la sua Bergamo, prima ancora di sapere che le avrebbe lasciato come ricordo la 56a opera d’arte della loro storia d’amore.

Sul suo profilo Instagram, l’argentino ha omaggiato così il quinquennio trascorso in nerazzurro. Buena suerte German, Bergamo sogna che la tua promessa diventi presto realtà: e allora sarà solo un “ci vediamo”, perché nel calcio, così come nella vita, non è mai troppo tardi per tornare indietro.

Ecco il messaggio scritto da German Denis prima dell’anticipo della 22a giornata di Serie tra Atalanta e Sassuolo:

“Cara Bergamo, Non saprei da dove iniziare, forse semplicemente da un grazie immenso! Io e la mia famiglia siamo stati accolti benissimo e qui lasciamo un pezzo di cuore. Avrò sempre un legame speciale con questa terra che il destino mi ha fatto scoprire, che ho iniziato ad amare e che ora è dentro di me. Grazie per quello che VOI avete dato a me,mi avete fatto crescere calcisticamente ed umanamente, e di questo vi sarò eternamente grato. Grazie a tutta l’Atalanta, dalla famiglia Percassi a tutti quelli che con dedizione portano avanti questa società Un grazie particolare ai tifosi,siete UNICI! Mi avete sempre sostenuto e mi mancherà tantissimo esultare , correre e urlare sotto la curva. Sono stati anni intensi,emozionanti e pieni di soddisfazioni..ho amato ogni istante in cui ho indossato e lottato per questi colori,onorando la maglia e ció che rappresenta. Questo non è un addio ma un arrivederci, siete diventati troppo importanti per me. Grazie, grazie e ancora grazie. Sempre e comunque forza Dea!”.

E sempre Forza Tanque, l’Italia fa il tifo per te!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: