Bruscolotti: “La Juve resta la favorita però il Napoli è cresciuto. L’Inter può fare il colpo”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

bruscolotti

L’ex calciatore del Napoli Giuseppe Bruscolotti ha parlato a Radio Onda Libera toccando vari temi. Si parte sulla sfida scudetto Napoli-Juventus: “La Juve resta la favorita però il Napoli è cresciuto tantissimo e non è solo Higuain. Sarri e Allegri giocano a scaricabarile nel dare all’altro del favorito. Gli azzurri divertono e sono diventati tosti, i bianconeri hanno fatto una rimonta con i valori e il solito grande carattere. L’Inter è l’unica che potrebbe fare un colpo grosso, ma non è facile trovare a gennaio i giocatori forti. La Roma ha un malessere che si porta dietro dall’estate con le scaramucce interne e tutto il resto. Cambiare il volto di una squadra, con l’arrivo di Spalletti, adesso è complicato. Capisco le difficoltà di Conte con gli stage perché vedersi ogni tanto non aiuta a costruire una squadra”.

Leggi anche:  Insulti razzisti a Maignan: identificato il tifoso

Sarri dice che la Juve è la grande favorita e Allegri di rimando punta sul Napoli: fanno il gioco delle parti?: “Sì, direi che giocano a scaricabarile. Ha ragione di più Sarri perché la Juve vince da tanti anni ed è abituata a farlo, ha recuperato risalendo la classifica con i suoi valori e un grande carattere. Il Napoli regge il confronto sul piano del gioco, è una squadra che diverte e non è solo Higuain perché è cresciuta ed è diventata solida e compatta senza le sbavature dell’anno scorso”.

Cosa può fare l’Inter?: “Intanto è l’unica che può fare qualche colpo grosso in questo mercato, anche se non è facile trovare giocatori forti a gennaio. Al Napoli serve giusto qualche rincalzo avendo raggiunto uno straordinario equilibrio”.

Il pareggio della Roma all’Olimpico con il Verona è un’occasione persa o la conferma di un malessere?: “Il malessere viene dall’estate con le scaramucce interne, dalla storia del preparatore atletico e proseguendo con l’allenatore fino a tutto il resto. Cambiare il volto della squadra, con l’arrivo di Spalletti, adesso è complicato”.

Leggi anche:  Le Azzurre che spettacolo. In Croazia conquistano il secondo successo nelle qualificazioni mondiali

Il livello della Serie A è cresciuto per qualità e interesse?: “E’ bello e anche interessante, tuttavia se la Juve è riuscita a recuperare così tanto vuol dire pure che davanti non c’è stata continuità assoluta”.

Conte, la Nazionale e gli stage: problema insuperabile?: “Un commissario tecnico, non solo da noi, incontra sempre questo tipo di difficoltà. Non è facile ritrovarsi ogni tanto e poi allestire una squadra”.

  •   
  •  
  •  
  •