Guberti torna a giocare, Tavecchio firma la grazia

Pubblicato il autore: Francesco Gorzio
Stefano-Guberti-Sampdoria
Stefano Guberti, ex calciatore di Bari, Roma e Sampdoria, potrà tornare a giocare tra i professionisti dal prossimo 16 gennaio 2016 in seguito alla decisione di Carlo Tavecchio, presidente della Figc, di firmare la grazia per il giocatore attualmente tesserato con il Perugia in Serie B. L’esterno stava scontando una squalifica di 4 anni e 1 mese per tentato illecito sportivo, a seguito dell’indagine di Palazzi sul calcioscommesse, comminata in seguito alla partita di BariSampdoria 0-1 della stagione 2010-2011; il calciatore nativo di Sesto San Giovanni, allora con i doriani in lotta per non andare in Serie B, aveva tentato un accordo, poi fallito, con il difensore Andrea Masiello del Bari, suo ex compagno quando giocavano insieme con i galletti. La proposta era di 400.000 euro in cambio della vittoria dei blucerchiati ma il mancato appoggio dei compagni di squadra fece saltare l’accordo. L’iter per la richiesta della grazia era stato avviato dopo il 17 settembre 2015 quando il calciatore è stato assolto dal Tribunale di Bari dal reato di frode sportiva “perché il fatto non sussiste”. A 31 anni, fermo da agosto 2012 dopo numerosi anni senza scendere in campo, avrà una nuova chance dopo l’inchiesta sul calcioscommesse; la sua ultima apparizione tra i professionisti risale alla stagione 2011-2012 quando disputò 8 incontri con la maglia del Torino in Serie B prima della condanna.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Milan: ecco il primo rinforzo nella lista per gennaio