Con la pace, il Napoli farà un’amichevole pro-gay

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

reina sarri

E’ scoppiata infine dopo quasi una settimana di proteste, critiche e commenti da ogni parte, la pace tra Sarri e Mancini. In verità, il tecnico del Napoli, voleva già scusarsi con l’allenatore nerazzurro, che non accettò, e apostrofò con qualche parola di ricambio l’allenatore partenopeo. Ma grazie al servizio ironico e simpatico delle Iene, tutto è andato per il verso giusto. Sarri, e Mancini, si sono scambiati sciarpa e maglietta. Come due calciatori che si scambiano le loro divise sudate al termine di ogni gara. Potrebbe portare fortuna ad entrambi? Chissà. Intanto, proprio per dimostrare massima apertura verso i gay, e verso i diritti delle comunità omosessuali, il Napoli, terrà giovedì a Castelvolturno, un’amichevole con il San Vito Positano, formazione di cui è presidente. Ottima dimostrazione dopo il caso scoppiato durante il match di Coppa Italia. Intanto, anche De Laurentiis, dice la sua, sul fronte calciomercato, a Radio Kiss Kiss, dopo la conferenza stampa tenuta in compagnia di Calo Verdone per la presentazione del suo ultimo film: “Da come abbiamo cominciato, quando tutti ci criticavano penso che non avrei da criticare. Sono soddisfatto, e se ho promesso degli acquisti li farò. Siamo una società che vuole crescere, e vogliamo ambire e soddisfare i nostri tifosi.” Poi, un puntiglioso attacco ai quotidiani sportivi: “Sono comandati dalla squadra che ci segue”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Pioli dopo Juventus-Milan: "Noi meglio nel secondo tempo"
Tags: