Conte e Buffon non votano: protesta contro la FIFA

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo Segui

Conte e Buffon non votano. Protesta imposta dalla FIGC contro la FIFA per l’inspiegabile esclusione di Buffon dai 59 primi candidati

Conte e Buffon non votano
Il ct Antonio Conte e Buffon non votano nessun candidato per il pallone d’oro. Il tecnico ed il capitano della nazionale azzurra, hanno presentato le schede in bianco, atto di protesta palese contro la FIFA, che ha penalizzato l’Italia escludendo, clamorosamente e inspiegabilmente, il portiere della Juventus e della nazionale, Gigi Buffon, dalla lista dei 59 candidati iniziali. Pare però che la decisione non sia partita da loro: la FIGC ha disposto che i suoi due “emissari”, non esprimessero nessuna preferenza, non per scelte tecniche, ma per un’indignata protesta. Non una scelta matura quella della nostra federazione, ma di certo giustificabile. Leggere nella lista i nomi di Ospina, Luongo, Atsu, Okazaki, Son e tanti altri molto opinabili e non quello di un portiere che ha disputato una delle sue migliori stagioni e sfiorato un triplete, fa rabbrividire e, soprattutto, fa sorgere tanti dubbi sui criteri di valutazione utilizzati dalla FIFA. Conte e Buffon non votano, come loro anche Casillas e Bravo, altri due portieri. Si è pensato subito ad una “solidarietà” fra estremi difensori, ma fonti vicine al capitano spagnolo hanno riferito che Iker non ha votato poichè ha ricevuto i documenti soltanto 24 ore prima della votazione; i motivi della scheda bianca di Bravo sono tutt’ora sconosciuti. Difficile pensare ad una protesta, visto che il ct del Cile, la sua nazionale, era fra i tre candidati per il titolo di miglior allenatore. L’unica protesta accertata dunque è quella azzurra: Conte e Buffon non votano e questo, possibile anche grazie al caos in FIFA, potrebbe portare ulteriori esclusioni di ripicca nelle prossime stagioni.

Leggi anche:  Probabile formazione Spezia- Juve, le scelte di Allegri
  •   
  •  
  •  
  •