Gaffe Fifa: oscurato “Gesù” nella clip per Neymar

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo Segui

Ancora una gaffe FIFA e ancora contestazione per questioni “religiose”

gaffe Fifa
Non ha pace la contestazione contro il maggior organo dirigenziale calcistico. Ancora una gaffe FIFA che, durante la cerimonia di gala per il pallone d’oro, “oscura Gesù” nella clip dedicata ad uno dei candidati, l’attaccante del Barcellona Neymar. Il brasiliano, noto calciatore di Cristo (sorta di associazione di giocatori pienamente devoti), non manca occasione per manifestare la propria fede. Dopo la vittoria di Berlino, contro la Juve in finale di Champions League, Neymar indossava una fascia sulla fronte che riportava la scritta “100% Jesus”. Durante la clip viene riproposta una di queste immagini, mentre il brasiliano riviveva su di un tablet, con il connazionale Dani Alves, i migliori momenti dell’anno. Ma, alla visione di tali immagini, a molti non è sfuggito che la suddetta fascetta non riportava più quella scritta, cancellata dal computer con qualche programma. La gaffe FIFA ha subito scatenato l’ira dei detrattori e dei finti buonisti. “Non volevamo ferire la sensibilità di qualcuno”– si difende giustamente l’organo con sede a Zurigo, che è presente in paesi dalle fedi più disparate. L’accusa è quella di aver censurato quella frase per alterare la realtà. Ma a che pro? Una scusa banale a mio parere, che si concretizza nell’ennesimo attacco alla FIFA. La situazione è degenerata al punto che il sito spagnolo HazteOir (“Fatti sentire”) ha raccolto, in poche ore, quasi ventimila firme per una petizione di protesta contro il massimo organo dirigenziale calcistico, non nuovo a queste gaffe, figlie, per lo più, di una laicità che spesso è state male interpretata.

Leggi anche:  Juventus-Chelsea, le scelte di Allegri senza Dybala e Morata
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,