Guidolin ammette: “Pozzo non mi ha voluto al Watford”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

guidolin
“Guidolin? L’abbiamo cercato su Google”. Parola di Ashley Williams, difensore gallese capitano dello Swansea.
Forse non era l’accoglienza in pompa magna che si aspettava al suo arrivo a Swansea, ma Francesco Guidolin è felice di essere arrivato in un campionato affascinante e difficile come la Premier League.
In un’intervista concessa a ‘La Gazzetta dello Sport‘, il tecnico italiano è contento della sua nuova destinazione dove spera di insegnare calcio alla sua maniera: “Sapevo che non sarebbe stato facile allenare all’estero perchè non sono famoso a livello internazionale, ma il mio agente è stato bravo a cogliere quest’occasione e a portarmi allo Swansea. Sto studiando la squadra da più di un mese, e nel primo tempo della partita contro il Watford abbiamo giocato un buon calcio. Ci sono le basi per lavorare bene, lo farò affidandomi alla mia sensibilità e alla mie doti umane. Ma sul piano tecnico conto di introdurre la cura per i dettagli, perchè fanno la differenza“.
Qualcuno si aspettava di vedere Guidolin su una panchina inglese già da tempo. Magari su quella del Watford, club di proprietà della famiglia Pozzo: “Mi sarebbe piaciuto allenare il Watford, avrei accettato l’incarico anche in Championship. Credo di aver fatto un lavoro straordinario a Udine, ma è andata così e ho accettato la scelta con serenità. E visti i risultati sorprendenti sono state fatte le scelte giuste“.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: