Hamsik: “Dispiaciuti, ma pensiamo alla Sampdoria”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Il migliore di Napoli-Roma è Marek Hamsik

Dopo il raduno di stamattina a Castelvolturno, nel pomeriggio a parlare è il capitano del Napoli, Marek Hamsik, che non sfiora minimamente la questione accaduta tra Sarri e Mancini, intende invece sottolineare l’amarezza della sconfitta subita contro i nerazzurri: “Dispiace essere usciti così da questa competizione. Siamo amareggiati. Abbiamo creato tanto. L’Inter con 3 tiri verso la nostra porta, ha fatto 2 gol. Ma ci sta. Hanno ottenuto il massimo con il minimo sforzo. Ora pensiamo solo alla gara di domenica con la Sampdoria, per continuare a restare in vetta”. Intanto, a Napoli, non sono d’accordo per l’ipotetica squalifica che colpirà Maurizio Sarri. Infatti, nella città partenopea, c’è un movimento, chiamato “Movimento Neoborbonico” che ha sottolineato con un pensiero, la propria contrarietà: “Premesso che non amiamo gli insulti e premesso che da quando è nato il calcio gli insulti e le bestemmie in campo non si sono mai contati e raccontati, in merito alla questione-Sarri il Movimento Neoborbonico ha invitato la Società Calcio Napoli a difendere in ogni modo il Napoli e Sarri dalle squalifiche “suggerite” abbondantemente dai media nazionali ovviamente pronti a danneggiare il Napoli tra ipocrisie e falsi moralismi. Da questo momento in poi, se le parole pesano tanto, devono pesare anche quando migliaia di persone gridano ai Napoletani che sono “terremotati, fogna, sporchi, colerosi, non degni di stare in Italia e devono morire bruciati dal Vesuvio”. Cresce quindi la tensione a Napoli, e probabilmente in tutti gli impianti italiani.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Il mondo del calcio vicino a Pelé, fuori dalla terapia intensiva