Khedira: “Sono molto felice a Torino. Ancelotti? Professionista eccellente”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

Foto LaPresse - Daniele Badolato 15/07/2015 Torino ( Italia ) Sport Calcio ESCLUSIVA JUVENTUS Juventus, conferenza stampa di presentazione per Sami Khedira Nella foto: Sami Khedira Photo LaPresse - Daniele Badolato 15 July 2015 Turin ( Italy ) Sport Soccer Juventus, Sami Khedira press conference In the pic: Sami Khedira

Campionato vicinissimo al ritorno dopo la pausa Natalizia, con una Juventus assoluta protagonista a soli 3 punti dalla vetta. Uno dei centrocampisti della rosa bianconera Sami Khedira ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Die Welt dove affronta vari temi, si parte con la Champions: “Queste sono partite ad eliminazione diretta, dove c’è quel fascino da “tutto o niente”. Con il Bayern Monaco agli ottavi di finale penso che abbiamo pescato il peggior avversario possibile, ma noi giochiamo questa competizione per vincerla. Pertanto, non importa a chi si incontra, devi battere tutti. Certo loro sono una delle migliori squadre del mondo, ma ora siamo molto forti anche noi, dopo le difficoltà avute ad inizio stagione. Personalmente non vedo l’ora di duellare con i miei compagni di nazionale. Sicuramente saranno due grandi serate. Sono sicuro che anche il Bayern sa che non sarà facile contro di noi.” Sui primi mesi di vita in bianconero: “Sono molto felice a Torino. Anche durante l’infortunio che ho subito ad inizio stagione mi sono sentito fin da subito parte integrante della squadra. Ora sono di nuovo in forma e posso aiutare al meglio la mia squadra. Come feci a Madrid, anche a Torino ho deciso di vivere in centro anche per conoscere meglio la città e la sua gente. Mi muovo tanto a piedi e non ho bisogno di una macchina per arrivare ai ristoranti o al supermercato. Torino è davvero una bella città. Dopo aver trascorso cinque anni in Spagna, mi piace conoscere un’altra cultura e mentalità. Questo ha ampliato i miei orizzonti.” Su Carlo Ancelotti: “Lui è un professionista eccellente e spaventosamente preparato tatticamente. Quello che mi affascina di più di lui è la sua natura umana. Trovo notevole quanto bene si occupa dei rapporti personali. Lui sa come parlare con il tono giusto. Sotto ogni aspetto. Se c’è qualcosa che non gli sta bene o se deve lodare qualcuno lo dice chiaramente. E ‘stato meraviglioso aver lavorato con Ancelotti al Real Madrid. Il Bayern ha scelto davvero un ottimo allenatore.” Sugli attentati di Parigi quando era in campo in Francia-Germania: “E’ crudele quello che è successo a Parigi. Sappiamo che gli europei si giocheranno in Francia e non possiamo nascondere un certo timore. Ma penso che le autorità faranno di tutto per far svolgere un torneo sicuro e tranquillo.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Jordan Veretout: "Lo status di titolare indiscusso non esiste. La parata in città, con la folla, pazzesca"