L’importanza di chiamarsi Khedira

Pubblicato il autore: @lorenzo_v_81 Segui

khedira-juventus-luglio-2015-ifaArrivato in estate per sostituire nello scacchiere bianconero il partente Andrea Pirlo, Sami Khedira non è riuscito subito a farsi apprezzare soprattutto a causa dei numerosi infortuni che si portava dietro anche dall’esperienza di Madrid con il Real. Dopo averli curati è riuscito ad entrare non tanto nel cuore di tifosi, quanto in quello dell’allenatore come Massimiliano Allegri che l’ha sempre schierato nei tre di centrocampo quando ha potuto. Fiducia che ha avuto in passato anche dagli altri allenatori come dal selezionatore della nazionare tedesca Loew che non si è mai privato di lui in Europei e Mondiali. Giocatore duttile abile anche ad inserirsi e trovare la via del gol come successo di recente contro la Sampdoria. Arrivato a parametro zero dopo la scadenza del contratto che lo legava alla Real Madrid Sami Khedira ha un contratto decisamente importante con la Juventus la quale ha respinto subito al mittente le avances che gli sono state fatte in questo mercato di gennaio. Non avrà sicuramente la classe e la precisione nel tiro di Andrea Pirlo oppure la grinta e la determinazione di Arturo Vidal ma sicuramente Sami Khedir12540779_896735417089925_1438226432055065737_n-300x216a un giocatore che ha grandi caratteristiche e doti di personalità tanto che, come detto, Massimiliano Allegri lo utilizza sempre perchè ha una dote molto importante per una squadra profondamente rinnovata come lo è stata la Juventus questa estate ovvero la personalità, un aspetto che non si compra al calciomercato ma si possono sicuramente comprare giocatori come lui o come Patrice Evra fondamentali nel far crescere tutti i giovani che ci sono attorno e decisivi nell’approccio alle gare di Champions League grazie alla loro esperienza. Probabilmente in questa finestra di mercato o più probabilmente nel prossimo Giugno la Juventus acquisterà un centrocampista di assoluto livello, ma Khedira siamo sicuri riuscirà comunque a ritagliarsi il suo spazio nonostante venga raramente inserito nelle probabili formazioni future. Sami Khedira però rappresenta quasi un talismano per la Juventus che raddoppia quasi la percentuale di vittorie quando lui è in campo come dimostrato dallo schema qui sotto.

Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter

Vista l’assenza di Pereyra e il rendimento di Hernanes, Allegri ha per il momento accantonato il 4-3-1-2 affidandosi all’usato sicuro del 3-5-2 nel quale Sami svolge il ruolo di mezz’ala con libertà di inserimento. In passato però è stato schierato anche come mediano puro o regista visto il suo dinamismo e la qualità nonostante la stazza, ma questo che gli ha disegnato Allegri sembra il ruolo adatto a lui. Un vero e proprio leader silenzioso che sta riuscendo sul campo anche a far ricredere i più scettici. La Juventus incrocia le dita sperando di non rivederlo più in infermeria e per il momento si gode le sue prestazioni che stanno facendo pian piano dimenticare chi c’era prima di lui, compito non certo facile al suo arrivo.

  •   
  •  
  •  
  •