L’Inter vuole “tagliare” Kondogbia. Idea Fernando subito e Yaya Tourè a giugno

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

876052_heroa1

“Il mercato chiude a fine gennaio, tutto è possibile“: ha sentenziato così, ieri dall’Indonesia, il presidente Thohir. Una manna per tutti i tifosi dell’Inter. Thohir non esclude che l’Inter possa ancora fare botti di mercato. Già, perchè tutto è possibile. E anche perchè Mancini non sarebbe soddisfatto del rendimento di alcuni giocatori. Uno di questi è Geoffrey Kondogbia, il naturalizzato francese acquistato da Thohir a suon di milioni dal Monaco: 30 più bonus, per l’esattezza. Kondogbia, per tutta una serie di ragioni, non ha convinto e l’Inter starebbe pensando ad un taglio, stile basket americano. Ecco a cosa si riferiva, forse, Thohir con quel sibillino “tutto è possibile”.

Tutto è possibile come la bocciatura di Kondogbia e l’arrivo a gennaio del brasiliano Fernando Lucas Martins, centrocampista della Samp e elemento in crescita dello scacchiere di Montella. La Gazzetta dello Sport segnala che, nelle scorse ore, vi sarebbero stati contratti frequenti tra i dirigenti interisti e Ferrero, presidente della Samp. Contenuto dei colloqui? proprio Fernando, molto stimato da Roberto Mancini.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter Atalanta: i dubbi Darmian e Pasalic

Ma le idee del Mancio per la sua Inter non finirebbero qui: per giugno Thohir sembra voglia tentare l’assalto a Yaya Tourè, vecchio pallino di Mancini e oggetto del desiderio dei nerazzurri anche nella recente sessione di mercato estiva.

Al City da giugno arriverà Pep Guardiola che, con Tourè, non ha certo un rapporto idilliaco. Vecchie ruggini ai tempi del Barcellona. Ecco perchè Mancini telefona un giorno si e l’altro pure a Yaya Tourè: i due si sentirebbero spesso e la preghiera del mister nerazzurro sarebbe sempre la stessa: “Yaya, vieni da noi”.
A giugno si potrebbe fare, soprattutto se Tourè si mettesse una mano sulla coscienza (e una sul portafogli): ingaggio ridotto ma spalmato su più anni di contratto. L’Inter ci proverà. E non è escluso che ci possa riuscire.

  •   
  •  
  •  
  •