Mancini: “Doveri con noi non ne sbaglia una, Berardi andava espulso”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Mancini

Inter sconfitta dal Sassuolo con rete di Berardi su rigore per 1 a 0 e primato in bilico. Il tecnico dei meneghini Mancini ne ha parlato ai microfoni di Premium Sport:

Sulla partita: “Questo è il calcio. Abbiamo creato tanto ma il portiere è stato bravissimo. Gli 1-0? Sempre meglio vincere così soffrendo. Nel secondo tempo a parte un paio di calci piazzati loro non hanno avuto occasioni. Stavamo dominando la partita e abbiamo cercato di vincerla fino alla fine. Il gol è arrivato da un episodio sfortunato, abbiamo preso zero punti quando ne meritavamo di più. Dobbiamo rimboccarci le mani e ripartire.

Su Ljajic: “Oggi ha avuto cinque palle gol ma è stato sfortunato, con le sue qualità può giocare sia da esterno che da seconda punta. Crescita dopo Empoli? Sembra che in quel match abbiamo subito per 90 minuti senza mai attaccare, invece i tiri sono stati quattro a tre, il possesso palla 50 e 50. Come partita preferivo quella di Empoli”.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter Atalanta: i dubbi Darmian e Pasalic

Su Lavezzi e Mertens: Sono giocatori che costano, penso sia difficile. Eder? Con la Samp stiamo parlando per Dodò, non ci sono altre cose. Abbiamo attaccanti bravi, rimaniamo così”.

Sull’arbitraggio: “Doveri con noi non ne sbaglia una, ma secondo me lì andava ammonito D’Ambrosio”, dice con ironia il tecnico che poi spiega: “È un fallo d’espulsione, lì c’erano arbitro, guardalinee e quarto uomo, sei occhi e non hanno visto. Eppure Doveri con noi non ne sbaglia una, come con Murillo a Palermo”.

  •   
  •  
  •  
  •