Maradona, t-shirt con i volti di Blatter e Platini e la scritta: due ladri!

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

maradona platini blatterMARADONA CONTRO PLATINI E BLATTER. Che a Diego Armando Maradona non stessero simpatici Platini e Blatter era una cosa risaputa. Ma il Pide de Oro ha voluto sottolineare ancora una volta la cosa qualora qualcuno nutrisse ancora dei dubbi in merito. “Due ladri”. Non usa mezzi termini Diego Armando Maradona nei confronti di Joseph Blatter e Michel Platini. L’argentino si è fatto fotografare con una T-shirt avendo come soggetto una foto che mescola i volti dei due dirigenti squalificati dalla Fifa. L’immagine è stata postata sul profilo Instagram dal giornalista argentino Daniel Arcucci, molto vicino a Maradona. “E’ quello che dico loro in faccia da 25 anni”, le parole di Maradona da Dubai riportate nel post. In una intervista pubblicata nel settembre scorso Maradona disse che Blatter aveva insegnato a Platini a rubare. “Hanno sempre fatto la commedia. Fingono di essere separati. Uno alla Fifa, l’altro all’Uefa ma il fatto è che sono sempre uno accanto all’altro”. I due dirigenti sono stati sospesi per 8 anni in seguito ad un controverso pagamento di 2 milioni di franchi svizzeri che a Fifa ha fatto a Platini per consulenze tra gli anni 1998 e 2002 ma pagati solo nel 2011 e senza l’esistenza di un contratto scritto.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

PLATINI COME BLATTER
GIà nello scorso mese di settembre Diego Armando Maradona non aveva avuto dubbi sul fatto che Platini fosse indagato così come era accaduto pochi mesi prima per il numero uno della FIFA Joseph Blatter. “Platini è stato per tanti anni accanto ad un corrotto come Blatter, è normale che non può essere esente da colpe. Difatti la magistratura svizzera lo ha indagato”. Non le manda a dire Diego Armando Maradona, che in un’intervista al giornale Olè, torna ad attaccare il presidente dell’Uefa Michel Platini, candidato alla presidenza della Fifa, messo sotto inchiesta dalla magistratura svizzera per un presunto versamento illegale di 2 milioni di franchi svizzeri effettuato da Blatter a Platini nel 2011. Maradona poi ha continuato: “Platini aveva detto che avrebbe appoggiato la candidatura del principe Alì Ben Al Hussein, invece non è stato così, è un buguardo”.

Leggi anche:  Insigne al Napoli festeggia 400 presenze

LE AMBIZIONI DEL PIBE DE ORO
“Se il principe Alì vince, ho molte chance di diventare vicepresidente Fifa”. “E se arrivo io, ripuliamo tutto”. Lo ha detto Diego Maradona agli argentini di America Tv. Secondo Maradona, uno dei più acerrimi nemici del presidente della Fifa, dimissionario, Joseph Blatter, il dirigente sizzero si sarebbe dimesso “perché ha paura dell’Fbi e della polizia svizzera, ha paura che lo ammanettino alla Fifa”. Ma Maradona ne ha per tutti. Di Platini dice: “mi ha confessato a Dubai di aver ‘sistemato´ 167 partite”, di Figo: “è meno affidabile di Bernardo, l’amico di Zorro”. In caso di elezione del principe Alì bin Al-Hussein si propone per una vicepresidenza Fifa per costruire campi dalle province più remote dell’Argentina all’Africa.

Leggi anche:  Juventus-Chelsea, le scelte di Allegri senza Dybala e Morata

IL PRECEDENTE
Blatter “ladro”: lo dice Diego Armando Maradona, che ha postato sul suo profilo Facebook una foto del presidente della Fifa Sepp Blatter con il commento in italiano, inglese e spagnolo: appunto “Ladro”. Nei giorni scorsi aveva parlato di Blatter come “un dittatore a vita” e della Fifa come “un parco giochi per corrotti”. Qualche ora fa ha detto che l’Fbi ha fatto un ottimo lavoro e che finalmente, dopo avergli dato del pazzo, è uscita fuori la verità.

  •   
  •  
  •  
  •