Morata ritrova il gol: “Ora sono un giocatore diverso”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

Morata
Morata is back. Dopo quattro mesi di digiuno, paure, difficoltà e gol sbagliati l’attaccante spagnolo è tornato a fare quello che gli riesce meglio: segnare. E per sbloccarsi ha scelto la partita più sentita dai tifosi bianconeri: il derby d’Italia contro i rivali dell’Inter.
Una doppietta che spinge la Vecchia Signora a un passo dalla finale di Coppa Italia all’Olimpico il prossimo 21 maggio, contro una tra Milan e Alessandria.
Due gol che riportano Morata al centro del progetto Juve, dopo essere finito ai margini per colpa di quel pallone che non voleva saperne nulla di finire in porta.
Ho vissuto un momento difficile sia fuori che dentro al campo – spiega Morata nel post-partita – e ho avuto tanti problemi. Tutti i grandi campioni attraversano momenti difficili, posso passarli anche io che sono un giocatore normale. Voglio ringraziare i miei compagni che ogni giorno mi danno un grande sostegno, sono davvero incredibili. Sono un giocatore diverso rispetto a ieri. Un attaccante vive per il gol, quindi spero di continuare così“.
Ora Massimiliano Allegri avrà il compito di gestire un parco attaccanti invidiabile, con Morata che scalpita e spera di riconquistarsi la maglia da titolare. E chissà che non possa accadere proprio domenica a Verona contro il Chievo.

Leggi anche:  Primera División argentina, 11° turno: il River Plate sale al terzo posto
  •   
  •  
  •  
  •