Napoli, pronta un’amichevole per i diritti gay

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 17: Napoli's coach Maurizio Sarri looks on during the UEFA Europa League match between Napoli and Club Brugge KV on September 17, 2015 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

A Napoli, è passata la bufera, dopo le esagerate strumentalizzazioni del caso Sarri-Mancini, che hanno visto la decisione del giudice sportivo Tosel, con 2 giornate di squalifica per il tecnico del Napoli, da scontare in Coppa Italia. Il Napoli, ora, pensa solo alla gara con la Sampdoria. Intanto, per far ancora comprendere all’intero mondo sportivo, sociale, politico, e sopratutto del web, gli azzurri, molto presto terranno un’amichevole contro il San Vito Positano. Squadra di cui è presidente Alessandro Cecchi Paone, che ha proposto questa amichevole, per dimostrare che Maurizio Sarri, non è assolutamente omofobo, e razzista, pronti a lottare per i diritti gay. La partita, si terrà a Castelvolturno,(data ancora da decidere) per due tempi di 30 minuti. Cecchi Paone, presentatore tv, dichiaratamente omosessuale, disse la sua sulle scuse di Maurizio Sarri: “Il tecnico del Napoli, quando venne a chiedere scuse dinanzi alle telecamere, apparve goffo e in difficoltà. Ma sono da accettare, perché in fondo sa che ha sbagliato”. Nel calcio, esiste una regola non scritta, ciò che si dice in campo, resta in campo. Intanto, Sarri, per la gara di Genova, avrà a disposizione tutti i suoi uomini, pronti a riscattare la sconfitta interna con l’inter, che ha portato il Napoli, fuori dalla Coppa Italia, per la seconda stagione consecutiva.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

Fronte Calcio mercato:

Il Napoli, ha finalmente trovato l’accordo con l’Atalanta per Grassi, centrocampista di 21 anni, per 7,5 milioni di euro. Oggi è atteso il suo arrivo a Castelvolturno. Intanto, s’insiste ancora con l’Empoli, per trattare gli acquisti di Barba e Tonelli, giocatori, che Sarri, conosce molto bene. Bisogna aspettare però se i toscani riescano a trovare sostituti adatti.

  •   
  •  
  •  
  •