Parma forza 5: schiantata la Fortis Juventus

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

parma
Parma forza 5: schiantata la Fortis Juventus – Il Parma non si ferma più. Dopo la vittoria esterna dello scorso turno contro il Villafranca, al “Tardini” arriva il sesto successo di fila: a farne le spese la Fortis Juventus, squadra di Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, travolta per 5-0, ovvero, con il medesimo risultato dell’andata.

Senza Longobardi ancora out per la frattura al piede, Apolloni schiera lo stesso undici vittorioso settimana scorsa in Veneto, con le uniche eccezione dei terzini difensivi: fuori Mulas e Saporetti, dentro Agrifogli e Messina. Baraye, schierato come al solito unica punta, viene supportato da CorapiMelandri, e Ricci. I toscani invece, si presentano in Emilia con la peggiore difesa del girone, con uno score negativo di 52 gol subiti; anche per questo motivo, coach Marco Brachi, schiera un prudente 5-4-1, nel tentativo di murare gli attacchi crociati.

Leggi anche:  Mondo del calcio in lutto: morto il campione Romano Fogli

I ducali partono subito con il piede sull’acceleratore: al 5′ Melandri, con un gran sinistro, coglie la base del palo, mettendo i brividi alla retroguardia fiorentina. E’ il preludio al gol: alla mezz’ora capitan Lucarelli veste i panni inusuali dello slalomista, portando via, con un dribbling e un tunnel, 2 giocatori, e servendo a Baraye una palla che andava solo spinta in rete. Tocco facile facile per il senegalese che sigla l’1-0, e realizza la sua tredicesima marcatura stagionale. Al 35′ Corapi decide di fare tutto da solo: incursione in area avversaria e destro debole che non sortisce effetti. Il 2-0 è nell’aria: è il 41′ quando Melandri viene atterrato in area di rigore; dal dischetto, lo specialista dei calci piazzati, Corapi, non sbaglia, e mette a segno il raddoppio. Fortis Juventus impalpabile, e prima del riposo c’è anche il tempo per il 3-0 ducale: Baraye è un incubo per la difesa biancoverde, e per la seconda volta personale, con un tiro preciso, batte l’incolpevole Valoriani. Risultato tondo, quello che chiude il primo tempo, che non lascia spazio a differenti interpretazioni.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

La seconda parte di gara è un monologo emiliano. Dopo una serie di cambi, Simonetti per Lucarelli,  il rientrate Guazzo per Baraye, e l’esordio del nuovo acquisto gialloblù, Mazzocchi, seconda punta prelevata dal Rimini, sceso in campo al posto dell’applauditissimo Corapi, il Parma attacca in cerca della quarta rete: al 15′ è proprio Guazzo a tentare la fortuna con un destro da fuori; Valoriani è bravo a respingere, sulla ribattuta arriva Miglietta, che però, colpisce la traversa. Al 25′ ancora Guazzo protagonista, facendosi far fallo in area e causando l’espulsione di Giannetti, con conseguente rigore: senza Corapi, dagli undici metri va proprio l’attaccante campano, e la differenza si vede; Valoriani respinge il penalty ed evita un parziale ancora peggiore ai suoi. Almeno per alcuni minuti. Dopo la traversa di Zambon al 38′, unica sortita offensiva della Fortis, arrivano i colpi del 4 e del 5-0, prima con Melandri, bravo di sinistro a bucare il portierone toscano, e poi con Miglietta, fortunato a trovare una deviazione decisiva sulla sua conclusione.

Leggi anche:  Mondo del calcio in lutto: morto il campione Romano Fogli

Vittoria larghissima che conferma il Parma da solo alla testa della classifica del gruppo G con 56 punti; vincono le inseguitrici Altovicentino e Forlì, rispettivamente a 49 e 45. Domenica prossima, a Marano Vicentino, arrivano i crociati, e per i veneti sarà l’ultima occasione per rosicchiare qualche punticino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: