Rientro Strootman, nuovamente in campo i primi di febbraio

Pubblicato il autore: Francesco Gorzio

strootman (1)

Rientro Strootman, dopo quasi due anni di calvario l’olandese potrà tornare nuovamente a calcare i campi di gioco in Serie A con la maglia della Roma.

Il calciatore infatti proprio ieri è tornato in gruppo allenandosi parzialmente con il resto della squadra guidata da Rudi Garcia, l’olandese punta ad allenarsi totalmente con il resto dei compagni entro tre settimane in modo da aumentare i carichi di lavoro e recuperare la forma migliore. Il calciatore olandese, uomo fondamentale per la squadra di Rudi Garcia, è assente in Serie A dalla partita contro la Fiorentina dello scorso 25 gennaio 2015 quando si fece male dopo uno scontro di gioco nuovamente al ginocchio sinistro già operato. L’ex PSV infatti, in seguito all’infortunio di Napoli il 9 marzo 2014, era rientrato a novembre 2014 dopo 8 mesi dalla prima operazione al legamento crociato anteriore del ginocchio. Ma il Kevin Strootman della scorsa stagione non sembrava lo stesso ammirato nei primi mesi della stagione 2013-2014: dopo un rientro con il Torino poco brillante alcune presenze sparse spesso da subentrante tra cui gli ultimi minuti disputati contro il CSKA in Champions League e le presenze con Udinese, Lazio, Palermo ed appunto Fiorentina prima del nuovo terribile infortunio. In queste apparizioni nel 2014-2015 l’olandese però non è mai sembrato in condizioni di forzare e di spingere al massimo come nel suo stile di gioco; la prima operazione infatti non convinceva del tutto il calciatore che accusava forti dolori durante l’estensione completa del ginocchio, una situazione impossibile per un calciatore professionista abituato a ripetere più volte il medesimo movimento sia in allenamento che in partita.

Leggi anche:  Inter-Roma, probabili formazioni: big match 8^a giornata

La terza operazione

Così il 30 gennaio 2015, una volta operato per la seconda volta in artroscopia, emerge il vero problema: una complicazione operatoria successiva alla prima operazione detta anche sindrome del ciclope o Cyclops syndrome. Quest’ultima è caratterizzata dall’impossibilità di estendere completamente il ginocchio a causa di una massa di tessuto fibroso all’interno del ginocchio. Una volta rimossa l’ennesima complicazione il calciatore ormai perde nuovamente tutto il resto della stagione iniziando a svolgere diversi consulti in giro per l’Europa per trovare la soluzione definitiva migliore per rimetterlo nuovamente in sesto. Alla fine la decisione arriva: l’olandese l’1 settembre 2015 annuncia cosi la terza operazione che viene svolta dal Professor Mariani, lo stesso che in passato curò Francesco Totti dal medesimo infortunio nel 2008. Una scelta che sembrava logica e lineare fin da subito visto che Mariani è uno specialista da sempre a contatto con infortuni e recupero di calciatori. Adesso il peggio sembra passato il calciatore, in una recente intervista, ha detto di sentirsi veramente bene e pronto a tornare a giocare senza accusare nessun dolore.

Leggi anche:  Dove vedere Cittadella-Ternana, streaming e diretta Tv

Le date del rientro

Lo scorso 26 novembre 2015 l’olandese è tornato a calciare il pallone dopo una serie di allenamenti personalizzati, da qualche giorno ha superato i 3 mesi di recupero funzionale svolgendo potenziamento in palestra ed ora manca solamente l’ ultimo step, il rientro totale in gruppo che ha già iniziato a svolgere sotto la guida di Rudi Garcia. La Roma adesso spera di poter avere nuovamente a disposizione il calciatore olandese per i primi di febbraio ovviamente dopo un rientro graduale, se recuperato a dovere le chance di lottare per i primi posti aumenteranno notevolmente e l’acquisto di gennaio alla fine potrebbe essere proprio l’olandese Kevin Strootman.

  •   
  •  
  •  
  •