Rosella Sensi felicissima per il ritorno di Spalletti

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

Rosella Sensi
La notizia del giorno è sicuramente la conferma dell’avvicendamento, sulla panchina giallorossa, tra Rudi Garcia e Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo torna così sulla piazza dove ha lasciato maggiormente il segno, soprattutto nel cuore dei tifosi. Tra questi possiamo annoverarne uno speciale: l’ex presidente dell’AS Roma, Rosella Sensi. Immediati gli auguri al nuovo tecnico per il lavoro che l’attende con i ragazzi capitolini.

“Sono felicissima, da romanista e da ex presidente, del ritorno di mister Spalletti. È stato un nostro allenatore per quattro anni e sono contentissima perché è un grande allenatore, un grande uomo e un grande professionista. Lavora benissimo, con lui abbiamo vinto tre coppe e sfiorato lo scudetto e mi auguro che ancora oggi si possa fare molto. Io sono un’ottimista e conosco la professionalità dell’uomo. Gli faccio tanti in bocca al lupo”. Queste le parole con cui la ex presidente Rosella Sensi commenta il ritorno in giallorosso di Luciano Spalletti.

Non mancano parole anche per lo stato attuale della squadra e per quelli che sono gli obiettivi possibili in questa seconda metà del campionato: “Se è ancora possibile vincere lo scudetto? Me lo auguro e glielo auguro”, commenta così la Sensi durante una conferenza stampa in Lega Dilettanti “All’epoca ce lo meritavamo tutti quanti, ma avevamo purtroppo l’Inter che travolgeva tutto e tutti, oggi incrociando le dita credo che Spalletti possa riprendersi quello che nel 2008 non è riuscito ad ottenere. La Roma è la società più bella che ci possa essere nel calcio italiano e non solo”. Rosella Sensi, attualmente coordinatrice della Commissione Sviluppo per il calcio femminile, per concludere aggiunge “Se è per me una rivincita? Non parlo di rivincite, da romanista sono felice perché conosco l’uomo e so che può far bene. In questo caso sono solo soddisfatta del ritorno di una grande persona”.

L’ultima domanda riguarda gli spettatori allo stadio Olimpico, se questo ritorno illustre porterà aria fresca anche in quel settore. La Sensi risponde così: “Se Spalletti può far tornare i tifosi allo stadio? Questo non lo so, spero che possa tornare quell’entusiasmo che ultimamente si era un po’ perso…”.

Luciano Spalletti ha già allenato l’AS Roma dal 2005 al 2009 e il palmares ottenuto con i ragazzi capitolini annovera due Coppe Italia (nelle stagioni 2006-07 e 2007-08) e una Supercoppa Italia (2007), tre secondi posti di fila in campionato che permette ai Giallorossi di accedere altrettante volte in Champions League (senza dover disputare fasi preliminari).
Nell’anno d’esordio sulla panchina romana, Spalletti conduce la squadra ad undici vittorie consecutive (tra cui il derby con la Lazio, conclusosi 0-2), decretando un nuovo record per la serie A (record attuale di 17 vittorie conseguito dall’Inter nella stagione subito successiva). Nella stagione 2007-08 ottiene due nuovi record per l’AS Roma: 24 vittorie in campionato e 82 punti in 38 partite.

L’unica pecca della sua carriera alla capitale è l’aver trovato una Inter ancora più in forma, una squadra schiacciasassi, che sotto la guida di Roberto Mancini prima e di José Mourinho dopo, ha ottenuto ben cinque scudetti consecutivi.
L’ultima mancanza è stata la Champions League, dove la Roma non ha saputo andare oltre i quarti di finale (ancora scottante fu la sconfitta a Manchester, contro lo United, per 7-1).
Augurando anche a noi il meglio per il mister Spalletti, vedremo se l’esperienza acquisita all’estero e in ambito europeo porterà giovamento alla Roma.

  •   
  •  
  •  
  •