Sarri ingenuo, Mancini furbo. Ecco la norma della FIGC e cosa rischia Sarri

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

Napoli Inter
Sarri ingenuo, Mancini furbo. Ecco la norma della FIGC è cosa rischia Sarri

Le regole della Figc prevedono un lungo stop in caso di “offesa per motivi di sesso”. La Procura federale subito dopo la partita di ieri, ha sentito il tecnico dell’Inter e quasi certamente si andra avanti con un’apertura sui fatti accaduti. Tutto dipenderà anche da quello che scriveranno gli arbitri indispensabile il quarto uomo che ha assistito alla lite. Già domani ci sarà la sentenza.

Da ieri sera Maurizio Sarri è passato da un buon uomo e allenatore alla gogna mediatica, ma il peggio per Sarri dovrà ancora arrivare. Le norme della Figc, difatti, condannano un tesserato con almeno 4 mesi di stop “un comportamento discriminatorio e ogni condotta che comporti offesa per motivi di sesso”. La squalifica a tempo determinato va scontata anche in campionato e in Europa League perché l’Uefa accetta le sanzioni.

Ecco la Norma a tal proposito:

  • articolo 11 delle Noif (Norme Organizzative Interne Federali):
  • “Costituisce comportamento discriminatorio, sanzionabile quale illecito disciplinare, ogni condotta che, direttamente o indirettamente, comporti offesa, denigrazione o insulto per motivi di razza, colore, religione, lingua, sesso, nazionalità, origine etnica, ovvero configuri propaganda ideologica vietata dalla legge o comunque inneggiante a comportamenti discriminatori. I dirigenti, i tesserati di società, i soci e non soci di cui all’art. 1 bis, comma 5 che commettono una violazione del comma 1 sono puniti con l’inibizione o la squalifica non inferiore a quattro mesi o, nei casi più gravi, anche con la sanzione prevista dalla lettera g) dell’art. 19, comma 1 (cioè il Daspo, n.d.r.), nonché, per il settore professionistico, con l’ammenda da € 15.000,00 ad € 30.000,00”.
Leggi anche:  Serie A, Sampdoria-Napoli: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

La partita Napoli Inter ha lasciato e continuerà a farlo un mare di polemiche giustamente, ma vedrete che alla lunga chi avrà più conseguenze sarà Mancini e non Sarri che non è giustificabile assolutamente. Ma da sempre mi sembra che tutti ripetano le stesso cose “le cose che succedono sul terreno di gioco e negli spogliatoi devono rimane all’interno del campo”

Sarrì è stato “mediaticamente” massacrato per delle frasi che sentiamo tutti i giorni in ogni momento e luogo. Mancini si è presa tutta la scena della serata, passando per vittima ma siamo certi che sarà così? A mio avviso e parere, è più grave quello che ha fatto Mancini che Sarri: spiego perché in poche righe:

    1. In tutti i luoghi ed in tutte le categoria si sono “sparate e sentite” frasi del genere perciò, non ci vedo nulla di strano; E logico che dirlo nell’ambito di una partita di calcio faccia più eco, se poi si è in diretta tv ancora meglio;
    2. Chi di noi non ha detto mai “frocio, finocchio” o quanto altro di offensivo e di più grave mad un amico e/o collega? .
    3. E successo, e succederà ancora, anzi! Perciò dico che non ci siamo preoccupati prima figurarsi ora;
    4. Sarri ha sbagliato e nessuno lo giustifica, se ne sentono anche di peggio ogni domenica e ripeto anche in luogo che non si dovrebbe; dov’è lo scandalo?
  • Mancini oltre alla semifinale si è preso una bella rivincita su Sarri, ma alla fine vedrete che pagherà le conseguenze più di Sarri: aver messo alla gogna mediatica un collega non è bello. Se Mancini fosse stato zitto come secondo me doveva, nulla sarebbe successo. Invece ecco la rivincita del tecnico neroazzurro! Mi piacerebbe conoscere il parere dei colleghi tecnici visto che nessuno fino ad ora ha parlato! Sono sicuro che tutti saranno dalla parte di Sarri condannando Mancini alla grandissima per i motivi di cui sopra;
    1. Si dice da sempre e non lo scopro certamente io che le cosa del campo e degli spogliatoi devono rimanere nel “rettangolo di gioco” e negli “spogliatoi”. Fino a ieri sera era così forse!;
  • Penso e credo di non sbagliarmi che già da domenica vedremo più cartelloni a favore di Sarri che di Mancini;Qui le dichiarazioni dei rispetti tecnici subito dopo la gara:
Leggi anche:  Dove vedere Inter Juventus Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro Sky o Sportitalia?

Roberto Mancini ha così commentato la querelle:

“Il battibecco finale con la panchina del Napoli? Bisogna chiedere a Sarri, che è razzista. Uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio. Ha usato parole razziste, mi sono alzato per chiedere dei cinque minuti di recupero. Ha gridato ‘frocio, finocchio’. Ha sessanta anni, il quarto uomo ha sentito e non ha detto nulla. Siamo stato allontanati entrambi”.

Vano parlare della gara dopo la situazione che si è venuta a creare:

“Questo episodio cancella tutto il resto della gara, ma è una vergogna. Negli spogliatoi l’ho cercato, mi ha chiesto scusa. Ma deve vergognarsi, non parlo della partita. Sono nervoso”.

Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha rilasciato le dichiarazioni subito dopo la sconfitta contro l’Inter che è oltre all’eliminazione dei partenopei dalla Coppa Italia lascia un mare di polemiche:

Leggi anche:  Inter, seconda solo al Bayern: media gol clamorosa in Europa

“C’è un unico colpevole e sono io. Ho cercato di gestire la partita e come sempre lo paghi. Non avevamo concesso nulla, abbiamo subito gol su una palla persa. La squadra tuttavia ha mostrato la sua identità anche contro i nerazzurri. L’unico aspetto positivo è che in un ciclo terribile avremo due settimane da dedicare agli allenamenti”.

Anche Alessandro Pellegrini, agente di Maurizio Sarri ha commentato sul proprio profilo Twitter la lite tra il tecnico azzurro e Mancini:

Nel momento di rabbia tutti possiamo usare frasi politicamente scorrette, chiedere scusa e riconoscere l’errore è cosa riservata ai grandi”.

  •   
  •  
  •  
  •