Scandalo Fifa: licenziato Valcke. Kattner confermato segretario generale ad interim

Pubblicato il autore: Silvia Campagna Segui


Lo scandalo Fifa continua a mietere vittime in quel di Zurigo. Lo scorso 9 gennaio il Comitato d’Emergenza della Fifa ha deliberato il licenziamento con effetto immediato dell’ex Segretario Generale Jerome Valcke. La rimozione definitiva del dirigente francese dal suo ruolo e l’interruzione di qualsiasi tipo di rapporto di lavoro con la Federazione sono state rese note solo oggi con un comunicato ufficiale della Fifa. La poltrona del braccio destro di Joseph Blatter è stata assegnata a Markus Kattner, le cui funzioni di Segretario Generale ad interim vengono così confermate.

L’ACCUSA – La decisione del Comitato d’Emergenza della Fifa arriva dopo lo scandalo sulle corruzioni scoppiato lo scorso settembre, il quale ha lasciato dietro di sé diverse vittime, Blatter e Platini in primis. Ad ottobre il Comitato Etico della Fifa aveva sospeso lo stesso Jerome Valcke dalle sue funzioni di Segretario Generale a causa di una pesante accusa di corruzione gravante su di lui, ossia quella di aver pagato nel 2008 una tangente da circa 10 milioni di dollari a Jack Warner, all’epoca Presidente della Concacaf (Confederazione calcistica del Nord, Centro America e Caraibi) in cambio del suo voto a favore dello svolgimento in Sudafrica dei Mondiali di calcio del 2010. In più, si aggiungeva l’accusa di aver ricavato un ingente profitto da un giro di biglietti per gli stessi Mondiali venduti a prezzi gonfiati.

Leggi anche:  LaLiga, dove vedere Barcellona-Osasuna: streaming e diretta tv

LICENZIAMENTO E RICHIESTA DI SQUALIFICA – Lo scorso settembre il Comitato d’Emergenza ha inflitto a Valcke una sospensione di 90 giorni che una settimana fa è stata prorogata di altri 45 giorni. Il giorno seguente, il 7 gennaio, la Camera arbitrale del Comitato Etico della Fifa, presieduta da Hans-Joachim Eckert, ha annunciato l’apertura formale di un procedimento nei confronti dell’ex segretario generale transalpino, nei confronti del quale è stata chiesta una squalifica di nove anni. Il 9 gennaio arriva la decisione di licenziare definitivamente e con effetto immediato Jerome Valcke, in attesa quindi della decisione relativa alla richiesta di squalifica. Il licenziamento definitivo dell’ex dirigente francese comporta perciò la conferma di Markus Kattner come Segretario Generale ad interim, in attesa delle elezioni previste per il 26 febbraio prossimo.

ARRESTATO L’EX PRESIDENTE DELLA FEDEFUT – Contemporaneamente alla notizia del licenziamento immediato di Valcke e della richiesta di squalifica avanzata dal Comitato d’Emergenza, arriva dal Sud America la notizia dell’arresto di Brayan Jimenez, ex Presidente della Fedefut (Federcalcio del Guatemala), sul quale pende una richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti sempre nell’ambito dell’indagine sullo scandalo corruzioni in seno alla Fifa. Il guatemalteco è accusato di riciclaggio e di essere coinvolto in un giro di tangenti legato alla vendita dei diritti tv e commerciali per oltre 200 milioni di dollari, insieme ad altri dirigenti delle federazioni calcistiche dell’America Latina. Secondo i media guatemaltechi, Jimenez, latitante da circa un mese, è stato arrestato a Città del Guatemala dopo esser stato trovato dalla polizia visibilmente ubriaco e in uno stato alquanto trasandato. Il legale dell’ex presidente della Fedefut ha già fatto sapere che Jimenez non si opporrà all’estradizione. Il suo arresto segue a quello dell’ex Segretario Generale della Fedefut, Hector Trujillo, arrestato lo scorso dicembre e subito estradato a New York.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: