Serie A TIM 22 giornata, Chievo-Juventus: le voci

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui

Chievo Juventus, le voci dei protagonisti.

VERONA – Finisce con il risultato di 0-4 un’emozionante partita tra Chievo e Juventus, con la seconda doppietta consecutiva di Alvaro Morata dopo quella dello scorso mercoledì contro l’Inter. L’attaccante iberico torna così a sbloccarsi anche in Campionato, dopo quasi cinque mesi di astinenza (l’ultima rete era arrivata il 4 ottobre scorso, contro il Bologna). I gol dello spagnolo sono arrivati entrambi nel primo tempo, al 6′ (tiro dopo cross dalla destra di Lichtsteiner) ed al 40′ (passaggio in area di Khedira che serve Morata tutto solo a ribadire in rete). Le altre reti sono state siglate da Alex Sandro al 62′ (ancora Lichtsteiner che scarica in mezzo l’area a Pogba che a sua volta allarga per il brasiliano ribadendo in rete) e Pogba al 67′ (tiro da fuori area). Nel finale due traverse di Alex Sandro e Pogba. Con i 3 punti conquistati al Bentegodi, l’allenatore bianconero Allegri eguaglia la striscia di 12 vittorie consecutive in campionato maturate da Antonio Conte nel 2013/14.

Leggi anche:  Insigne al Napoli festeggia 400 presenze

SERIE A TIM, LE INTERVISTE DOPO CHIEVO-JUVENTUS

MORATA: “SIAMO MOLTO FORTI, GUARDIAMO AVANTI”. – Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nell’immediato dopopartita, Alvaro Morata commenta così la vittoria ai danni del Chievo: “Era importantissimo partire bene, facendo una grande prestazione. Noi non guardiamo indietro. Giochiamo una partita mercoledì, poi domenica. Siamo in un’ottima condizione, proseguiamo così”.

ALLEGRI, ALLENATORE JUVE:”BELLA PARTITA, SIA DAL PUNTO DI VISTA DEL GIOCO CHE DELL’ INTENSITÀ”. – Ecco quanto dichiarato da Allegri nel dopopartita ai colleghi di Sky Sport. Non mi aspettavo il primo posto già adesso, però ci speravo. Dobbiamo ancora migliorare, stiamo bene, mancano ancora diverse partite per cui dobbiamo continuare così e crescere. Khedira? L’ho tolto a livello precauzionale ma non ci sono problemi”. Sul record delle 12 partite consecutive: “Vanno in campo i giocatori e sono loro che aiutano nei risultati. Dicevo ieri che i record servono generalmente molto poco se poi non vinci. Se fai 15 vittorie di fila e poi non ottieni campionati o coppe serve a ben poco e mi dispiacerebbe. Conta l’albo d’oro”. Sulla partita di oggi: “La squadra ha fatto una bella partita a livello tecnico e di intensità di gioco. Non abbiamo concesso pressocchè nulla. Siamo stati bravi, giocare in casa del Chievo è dura visto che pressano molto. Oggi abbiamo tirato molto. I ragazzi sono stati bravi nello sviluppo di gioco. Ho sempre nella mente il finale con il Carpi, stavamo per buttare per aria una rimonta tutt’ora difficile. Non dobbiamo dimenticarci dove eravamo ad ottobre, e questo ci deve tenere alta l’attenzione. Morata? Si è svegliato, si vedeva già in allenamento dove segnava parecchio…”.

ROLANDO MARAN, ALLENATORE CHIEVO:”LA JUVENTUS È TROPPO FORTE” – Intervenuto in conferenza stampa, Rolando Maran commenta così la sconfitta della sua squadra contro i bianconeri: “La Juventus ha una forza d’urto notevole. Siamo stati in partita per un tempo intero cercando di ribattere colpo su colpo. Nel secondo tempo non abbiamo avuto la forza di reagire, ma avevamo molti giocatori che non giocavano da tanto tempo. Oggi però grande merito alla Juve perchè è riuscito a trovare le migliori soluzioni. L’unico rimpianto è stato quello di non aver provato a prolungare lo 0-0. Bizzarri? Gli faccio i complimenti, perché nonostante qualche problema è riuscito a stare in campo compiendo alcune parate straordinarie”.
  •   
  •  
  •  
  •