Yaya Touré: “Africani vergognatevi”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

Yaya Touré

Yaya Touré non l’ha presa affatto bene. Il centrocampista ivoriano del Manchester City infatti non ha digerito la vittoria del rivale Pierre Emerick Aubameyang nella corsa al titolo di “miglior calciatore africano dell’anno” per soli 7 punti di distacco (143 a 136). Punti che hanno interrotto quattro anni di regno incontrastato.
Probabilmente per Yaya Touré non sono sufficienti le 27 reti in 27 gare (fra tutte le competizioni) messe a segno da Aubameyang in questo finale di 2015, oltre alle 11 realizzate nel girone di ritorno ad inizio anno. Neanche la miracolosa qualificazione alla Coppa d’Africa 2015, dove però il Gabon non è riuscito ad andare oltre i gironi.
Yaya Touré invece quella coppa l’ha vinta con la Costa d’Avorio, e punta il dito contro chi ha fatto passare il trionfo in secondo piano: “Sono molto molto deluso perchè è triste vedere come gli africani considerino poco i trofei vinti in Africa. Noi africani ci concentriamo più su quello che succede fuori dal nostro continente: tutto ciò è patetico. Come ho detto più volte, è inutile avere troppo a cuore l’Africa, perché l’Africa sarà la prima a scaricarti“.
Parole pesanti quelle di Yaya Touré che lasciano trasparire tutta la sua frustrazione.
Anche se non dimentica di elogiare il vincitore: “Non voglio lamentarmi troppo. Voglio dare credito a Aubameyang, ha giocato una stagione brillante“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Perugia Calcio Femminile, Noemi Paolini: "Per me è importante portare avanti un percorso costante di crescita"